La Borsa di Milano ha chiuso oggi in modesto rialzo. Il FTSE MIB ha guadagnato lo 0,3% a 19.358,10 punti. Lo spread è rimasto invariato a 167 punti. Il tasso del BTP a dieci anni è salito all’1,94% da 1,91% di ieri.

Piazza Affari si è mossa oggi lateralmente. Alla vigilia della riunione della BCE e prima del discorso di Janet Yellen di questa sera (ore 21:00 in Italia) gli investitori sono stati restii ad esporsi a rischi.

I positivi risultati annunciati da Burberry (GB0031743007) hanno spinto il settore del lusso. Moncler (IT0004965148) ha guadagnato l’1,9% e Salvatore Ferragamo (IT0004712375) il 2,6%.

I petroliferi hanno chiuso positivi nonostante l’incerto andamento del prezzo del petrolio. Eni (IT0003132476) ha guadagnato lo 0,7%, Saipem (IT0000068525) l’1,3% e Tenaris (LU0156801721) il 2,7%.

Generali (IT0000062072) ha perso lo 0,8%. Citigroup ha confermato oggi il suo rating di “Sell” sul gruppo assicurativo.

Mediaset (IT0001063210) ha guadagnato lo 0,9%. L'operatore televisivo ha comunicato ieri sera di attendersi nel 2020 un Ebit delle attività media italiane di 468 milioni di euro.

Fuori dal paniere principale Saras (IT0000433307) ha perso il 4,7%. La russa Rosneft (RU000A0J2Q06) ha ceduto l’intera partecipazione nel gruppo petrolchimico pari al 12% del capitale.

Credito Valtellinese (IT0000064516) ha guadagnato il 15,9%. L’istituto di credito ha comunicato che il suo consiglio di amministrazione ha nominato Mediobanca ed Equita quali advisor finanziari per l’analisi e le valutazioni in relazione a potenziali possibili opzioni strategiche.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA