La Borsa di Milano vira in rosso, vendite sulle banche

La Borsa di Milano vira in rosso, vendite sulle banche
© Shutterstock

Male Prysmian. Salgono Fiat Chrysler e Generali. Brillano Mondadori e Fincantieri.

CONDIVIDI

Dopo un’apertura positiva la Borsa di Milano ha virato in rosso. Il FTSE MIB scende attualmente dello 0,2% a 19.010,46 punti.

A pesare su Piazza Affari sono soprattutto le perdite delle banche. UniCredit (IT0000064854) perde il 2,4%, Bper Banca (IT0000066123) il 3,1% e UBI Banca (IT0003487029) l’1,9%, Gli investitori continuano ad essere preoccupati a causa dello stato di salute del settore bancario italiano. Oggi Camera ha approvato in via definitiva il decreto che disciplina la ricapitalizzazione precauzionale di banche in crisi, a partire da Banca MPS (IT0001334587), che è ancora sospesa dalle contrattazioni.

Prysmian (IT0004176001) perde il 2,3%. Equita ha tagliato il suo rating sul produttore di cavi da “Buy” a “Hold”.

Fiat Chrysler (NL0010877643) guadagna lo 0,2%. Il costruttore italo-americano ha registrato in Europa a gennaio una crescita delle immatricolazioni del 15%, contro il +10,2% dell’intero mercato.

Generali (IT0000062072) guadagna lo 0,3%. Secondo indiscrezioni di stampa Intesa Sanpaolo (IT0000072618) starebbe cercando di convincere i principali azionisti del gruppo assicurativo sui vantaggi di una possibile aggregazione.

Fuori dal paniere principale Mondadori (IT0001469383) guadagna il 3%. La Fininvest della famiglia Berlusconi ha aumentato la sua partecipazione nel gruppo editoriale al 53,3% dal 50,399% di fine 2016.

Fincantieri (IT0001415246) guadagna il 3,9%. Il costruttore di navi ha ricevuto una maxi commessa da Norwegian Cruise Line Holdings (BMG667211046).

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Trade indices Online
iqOption