Borsa Milano negativa a metà giornata, ancora male Mediolanum

Borsa Milano negativa a metà giornata, ancora male Mediolanum
© Shutterstock

Vendite sulle banche. Frenano i petroliferi. Bene STMicroelectronics. Fincantieri sale dopo firma nuovo contratto.

CONDIVIDI

Dopo un’apertura in rialzo la Borsa di Milano ha virato in negativo. Il FTSE MIB scende attualmente dello 0,9% a 18.877,14 punti.

A pesare su Piazza Affari sono le persistenti incertezze politiche. I future sugli indici statunitensi segnalano inoltre un avvio incerto a Wall Street. Con l’avvicinarsi della pubblicazione delle minute del FOMC, il comitato esecutivo della Fed, la tensione sta aumentando sui mercati.

I bancari sono in fondo al FTSE MIB. Banco Bpm (IT0005218380) perde il 4,7%, UniCredit (IT0000064854) il 2,2% e Mediobanca (IT0000062957) il 2,4%.

Dopo il tonfo di ieri Banca Mediolanum (IT0004776628) perde un ulteriore 4,6%. Sulla banca continua a pesare il deludente outlook fornito dal management per il 2017. Banca Akros ha tagliato il suo rating sul titolo da “Accumulate” a “Neutral”.

STMicroelectronics (NL0000226223) sale dell’1,8%. Barclays ha alzato il suo rating sul produttore di semiconduttori da “Equal-weight” a “Overweight”.

I petroliferi hanno frenato dopo che il prezzo del petrolio ha invertito la rotta. Saipem (IT0000068525) perde l’1,3% e Tenaris (LU0156801721) lo 0,8%.

Fuori dal paniere principale Fincantieri (IT0001415246) sale del 3,6%. Il gruppo italiano, China State Shipbuilding Corporation e Carnival (GB0031215220), hanno firmato un accordo preliminare vincolante per la costruzione di due navi da crociera, e ulteriori quattro in opzione.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions