Crescita, Italia fanalino di coda nell’Eurozona

Crescita, Italia fanalino di coda nell’Eurozona
© Shutterstock

Il CSC vede aumentare il PIL a ritmo lento anche nel primo trimestre. L'instabilità politica pesa sulla domanda interna.

CONDIVIDI

La crescita italiana prosegue debole e il nostro Paese si conferma fanalino di coda dell'Eurozona. Lo afferma il CSC (Centro Studi Confindustria) nel suo rapporto Congiuntura Flash.

Il CSC prevede una crescita del PIL a ritmo lento anche nel 1°trimestre 2017, dopo il +0,2% nel 4° 2016 e il +0,3% nel 3°. Gli esperti di Viale dell’Astronomia osservano che l’economia italiana sfrutta il traino della manifattura e dell'export, ma la domanda interna risente dell’instabilità politica. Il credito, aggiungono, viene ancora erogato col contagocce e anche l’anticipatore OCSE non preannuncia un rafforzamento della crescita nella prima metà dell’anno.

Il CSC avverte quindi che la crescita è inadeguata a uscire dalla crisi ed ogni sforzo va dedicato al rilancio dell’economia e al sostegno dei posti di lavoro.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions