Intesa Sanpaolo rinuncia a Generali: "Non individuate opportunità"

Intesa Sanpaolo rinuncia a Generali:

Intesa Sanpaolo vuole accrescere per via endogena la creazione e distribuzione di valore per i propri azionisti.

CONDIVIDI

Intesa Sanpaolo (IT0000072618) ha rinunciato alla maxi fusione con Generali (IT0000062072). In una nota pubblicata in serata la banca spiega che il suo management ha completato le valutazioni di ipotesi riguardanti possibili combinazioni industriali con il gruppo assicurativo e “non ha individuato opportunità rispondenti ai criteri - di creazione e distribuzione di valore per i propri azionisti, in coerenza con l’obiettivo di mantenimento della leadership di adeguatezza patrimoniale - con cui valuta regolarmente le opzioni di crescita endogena ed esogena per il gruppo”.

Intesa Sanpaolo indica che accrescerà quindi “per via endogena la creazione e distribuzione di valore per i propri azionisti, preservando la leadership di adeguatezza patrimoniale, secondo linee d’azione che saranno alla base del prossimo Piano di Impresa e in continuità con il Piano di Impresa 2014-2017, in relazione al quale è stato confermato l'impegno alla distribuzione di dieci miliardi di euro di dividendi cash complessivi per il quadriennio”.

Esattamente un mese fa Intesa Sanpaolo aveva confermato il suo interesse per Generali dopo che indiscrezioni di stampa avevano riportato che stava studiando un’offerta con l'obiettivo di creare un campione della bancassurance in Italia.

Il passo indietro di Intesa Sanpaolo è stato probabilmente dovuto anche all’opposizione di Generali. Per cercare di rendere più difficile una scalata il Leone di Trieste è entrato nel capitale dell’istituto di Ca’ de Sass.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions