Chiusura Borsa Milano: FTSE MIB piatto, bene Eni alla vigilia dei conti

Chiusura Borsa Milano: FTSE MIB piatto, bene Eni alla vigilia dei conti
© Shutterstock

Lo spread è sceso sotto 190 punti base. Brilla Banco Bpm. Ancora bene Leonardo. Male Campari dopo i conti. Vola Beni Stabili.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi piatta. Il FTSE MIB è rimasto invariato a 18.913,28 punti. Lo spread è sceso a 189 punti base, dai 195 di ieri sera. Il tasso del BTP a dieci anni è passato dal 2,14% al 2,09%.

Piazza Affari ha azzerato i guadagni nel finale a causa del negativo andamento di Wall Street. Sui mercati sta salendo la tensione con l’avvicinarsi dell’attesissimo discorso di Donald Trump al Congresso.

Banco Bpm (IT0005218380) ha guadagnato il 2,7% ed è finito in testa al FTSE MIB. L’istituto ha ritrovato il favore degli investitori dopo aver passato l’esame prudenziale (SREP) della BCE, superando i parametri fissati dall’Eurotower. Société Générale ha avviato la copertura sul titolo con “Buy” ed un target price di €3,10.

Eni (IT0003132476) ha guadagnato, alla vigilia della pubblicazione dei risultati per il 2016, l’1,6%. Tra i petroliferi bene anche Saipem (IT0000068525), che è salito del 2,3%, mentre Tenaris (LU0156801721) è in rosso.

Dopo la buona performance di ieri Leonardo (IT0003856405) ha guadagnato un ulteriore 0,9% dopo che Donald Trump ha affermato di voler aumentare la spesa militare degli Stati Uniti.

A2A (IT0001233417) ha guadagnato lo 0,3%. La multiutility lombarda ha annunciato di aver aumentato lo scorso anno il suo Ebitda del 16%.

Campari (IT0003849244) ha perso il 2,1%. I risultati del produttore di alcolici per il 2016 non hanno riservato sorprese positive. Sul titolo sono scattate di conseguenza delle prese di beneficio.

Generali (IT0000062072) ha perso un ulteriore 1,3% dopo che Intesa Sanpaolo (IT0000072618) ha rinunciato all’acquisizione del gruppo assicurativo.

Fuori dal paniere principale Beni Stabili (IT0001389631) ha guadagnato il 5,6%. Il gruppo immobiliare ha annunciato un'offerta di riacquisto di bond convertibili con scadenza aprile 2019 per massimo €270 milioni. J.P. Morgan ha promosso il titolo ad “Overweight”.

Banca Carige (IT0003211601) ha perso il 3,1%. Questa sera la banca ligure annuncerà il nuovo piano industriale.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions