La Borsa di Milano resta in moderato ribasso

La Borsa di Milano resta in moderato ribasso
© iStockPhoto

Vendite sui industriali e petroliferi. Brilla Poste Italiane. Sale Fiat Chrysler dopo accordo Peugeot-GM su Opel.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano prosegue in moderato ribasso. Il FTSE MIB perde al momento lo 0,3% a 19.599,54 punti.

Sui mercati prevale la cautela. Le tensioni geopolitiche sono significativamente aumentate. La Corea del Nord ha lanciato quattro missili, tre dei quali sono caduti in un’area dell’oceano di competenza economica del Giappone. È arrivata subito un’aspra condanna da parte di molti Paesi. Preoccupa anche la situazione politica negli Stati Uniti dove il neopresidente statunitense Donald Trump ha accusato il predecessore Barack Obama di aver spiato i telefoni della Trump Tower di Manhattan durante la campagna presidenziale.

In fondo al FTSE MIB si trovano attualmente i titoli industriali. Leonardo (IT0003856405) perde lo 0,8%, Prysmian (IT0004176001) l’1,3% e Brembo (IT0001050910) l’1,5%.

La debolezza del prezzo del petrolio penalizza i petroliferi. Eni (IT0003132476) perde lo 0,8% e Saipem (IT0000068525) l’1,5%.

Poste Italiane (IT0003796171) guadagna il 4,3%. Secondo indiscrezioni di stampa il governo starebbe studiando la distribuzione di un maxi dividendo in alternativa al collocamento in borsa della seconda tranche del 30%. Una tale misura permetterebbe alla CDP di finanziare l’acquisto di un ulteriore 15% del gruppo postale.

Fiat Chrysler (NL0010877643) guadagna lo 0,4%. PSA Group (FR0000121501), il gruppo che controlla i marchi automobilistici Peugeot e Citroën, ha comunicato di aver raggiunto un accordo con General Motors (US37045V1008) per acquistare Opel per 2,2 miliardi di euro.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions