Borsa Milano: Chiusura in lieve rialzo, bene gli assicurativi

Borsa Milano: Chiusura in lieve rialzo, bene gli assicurativi
© Shutterstock

Cautela alla vigilia della BCE. Sale ancora Fiat Chrysler. Scende Telecom Italia. Vendite sui petroliferi.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso anche oggi poco sopra la parità. Il FTSE MIB ha guadagnato lo 0,1% a 19.482,39 punti. Lo spread è salito a 190 punti base, dai 187 punti di ieri. Il tasso del BTP a dieci anni è passato dal 2,18% al 2,27%.

Piazza Affari si è mossa oggi lateralmente. Alla vigilia della riunione del consiglio direttivo della BCE gli investitori sono stati restii ad esporsi a rischi.

In cima al FTSE MIB sono finiti gli assicurativi. Generali (IT0000062072) ha guadagnato l’1,8% e Unipol (IT0001074571) l’1,8%.

STMicroelectronics (NL0000226223) ha guadagnato l’1,6%. Kepler Cheuvreux ha alzato il suo target price per il produttore di semiconduttori, confermando tuttavia il rating “Hold”.

Enel (IT0003128367) ha guadagnato lo 0,7%. Il colosso elettrico ha smentito le voci di stampa secondo cui potrebbe cedere la sua quota di Endesa (ES0130670112).

Fiat Chrysler (NL0010877643) ha guadagnato lo 0,6%. Il titolo continua a beneficiare della speculazione su ulteriori operazioni di M&A nel settore dell’auto.

Telecom Italia (IT0003497168) ha perso lo 0,8% e si trova in fondo al FTSE MIB. A pesare sull’operatore telefonico è l’aumento dei timori relativi alla futura concorrenza di Iliad (FR0004035913). Xavier Niel, il numero uno del gruppo francese, ha affermato di puntare al 10-15% del mercato italiano della telefonia mobile.

Il nuovo calo del prezzo del petrolio ha penalizzato i petroliferi. Eni (IT0003132476) ha perso l’1,7% e Tenaris (LU0156801721) lo 0,7%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions