Chiusura Borsa Milano: Nuovo rally dei bancari, FTSE MIB +0,5%

Chiusura Borsa Milano: Nuovo rally dei bancari, FTSE MIB +0,5%
© Shutterstock

Quarto rialzo di fila per Piazza Affari. Debole il settore industriale. Scende ancora STM. Bene Cucinelli dopo i risultati per il 2016.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi per la quarta seduta di fila in rialzo. Il FTSE MIB ha guadagnato lo 0,5% a 19.658,37 punti. Lo spread è rimasto invariato a 188 punti base. Il tasso del BTP a dieci anni è passato dal 2,30% al 2,37%.

Il rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti ha sorpreso positivamente, mostrando che la prima economia mondiale è abbastanza robusta da sostenere un rialzo dei tassi nella riunione della Fed in programma la prossima settimana. I nuovi occupati sono aumentati a febbraio di 235.000 unità. Gli economisti avevano atteso un aumento di sole 188.000 unità. A seguito della pubblicazione dei dati Piazza Affari si è rafforzata. Tuttavia, più tardi, il FTSE MIB ha ridotto i suoi guadagni. Secondo indiscrezioni di stampa la BCE avrebbe discusso ieri di un aumento dei tassi prima della fine del programma di allentamento quantitativo. La notizia ha spinto l’euro e pesato sul settore industriale. Fiat Chrysler (NL0010877643) ha perso l’1,4% e Leonardo (IT0003856405) l’1,6%.

I bancari hanno brillato anche oggi. Banco Bpm (IT0005218380) ha guadagnato il 6,6%, UniCredit (IT0000064854) il 3,4%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) l’1,8%, Bper Banca (IT0000066123) il 3,3% e UBI Banca (IT0003487029) il 2,5%. La prospettiva di un rialzo dei tassi è positiva per il settore bancario.

Dopo il tonfo di ieri STMicroelectronics (NL0000226223) ha perso l’1,3%. Sul titolo hanno continuato a pesare le indiscrezioni di stampa secondo cui il produttore di chip non sarebbe in grado di consegnare nei tempi previsti i sensori 3D per il nuovo iPhone.

L’aumento dei rendimenti dei titoli di stato ha penalizzato il settore delle utility. Snam (IT0003153415) ha perso lo 0,8% e Terna (IT0003242622) l’1,3%.

Fuori dal paniere principale Brunello Cucinelli (IT0004764699) ha guadagnato l’1,3%. La società umbra del cashmere ha aumentato lo scorso anno l’utile netto del 18,8%.

Banca Carige (IT0003211601) ha perso il 2,3%. Moody’s tagliato il suo rating sulla banca ligure da “CAA1” a “CAA2”.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions