Borsa Milano in leggero ribasso a metà giornata, Leonardo pesante

Borsa Milano in leggero ribasso a metà giornata, Leonardo pesante
© Shutterstock

Enel scende dopo i conti. Male CNH Industrial. Sale Telecom Italia. Ancora bene i bancari. Vola Il Sole 24 Ore.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano scende leggermente a metà sedutà. Il FTSE MIB perde al momento lo 0,1% a 20.082,26 punti.

Ewald Nowotny, membro del comitato esecutivo della BCE, ha dichiarato che l’Eurotower potrebbe alzare i tassi prima di mettere fine al suo programma di acquisti di asset. La notizia pesa sul mercato obbligazionario. Il tasso del BTP a dieci anni passa al 2,39%, dal 2,35% di ieri sera. Lo spread sale da 191 a 193 punti.

Leonardo (IT0003856405) perde il 2,7% ed in fondo al FTSE MIB. Secondo indiscrezioni di stampa l’amministratore delegato Mauro Moretti potrebbe essere sostituito da Alessandro Profumo. Equita ha tagliato inoltre il suo rating sul titolo da “Buy” a “Hold”.

CNH Industrial (NL0010545661) perde l’1,8%. Fiat Chrysler (NL0010877643) ha venduto 15,94 milioni di azioni, pari all'1,17% del capitale del costruttore di veicoli commerciali.

Enel (IT0003128367) perde l’1,8%. I risultati definitivi di bilancio del colosso elettrico per il 2016 non hanno riservato sorprese positive per gli investitori. Sul titolo sono scattate di conseguenza delle prese di beneficio.

Telecom Italia (IT0003497168) guadagna l'1,9%. Barclays ha confermato il suo rating di “Equal-weight” sul titolo ed alzato il target sul prezzo da €0,85 a €0,90.

I bancari sono anche oggi positivi. UniCredit (IT0000064854) guadagna lo 0,5% e Intesa Sanpaolo (IT0000072618) lo 0,6%.

Fuori dal paniere principale Il Sole 24 Ore (IT0004269723) guadagna il 6,9%. Secondo quanto scrive la “Repubblica” Confindustria avrebbe respinto l’interesse di Vivendi (FR0000127771) a partecipare alla ricapitalizzazione del quotidiano finanziario.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Trade indices Online
iqOption