Monete da 1 e 2 centesimi, addio dal 2018: ecco cosa accadrà

monetine

Monetine da 1 e 2 cent addio: che cosa succederà dal 2018 in poi?

CONDIVIDI

A partire dal 2018 non ci saranno più monetine da 1 e da 2 centesimi di euro a occupare (inutilmente) il nostro portafoglio. A stabilirlo è l'emendamento Boccadutri, approvato dalla commissione Bilancio della Camera, e che ha dato il via libera alla sospensione (dal 1 gennaio del prossimo anno) al conio di queste monete. Ma che cosa succederà poi?

L'emendamento si è naturalmente preoccupato di comprendere che cosa accadrà quando le monetine da 1 e da 2 centesimi non verranno più coniate. Il meccanismo ha fatto accendere ben più di qualche attenzione: l'emendamento prevede infatti un meccanismo di arrotondamento se si paga in contanti, al multiplo di 5 più vicino.

Considerato che tutto ciò potrebbe apportare rincari non giustificati, l'impatto della norma non potrà che essere monitorato dal Garante dei prezzi, che dovrà formulare un report semestrale da diramare al Ministero dell'economia e delle finanze, in cui segnalare eventuali anomalie (da indirizzare anche all'Antitrust). La misura andrà comunicata dalla Bce entro un mese dall'entrata in vigore.

A proposito di attenzioni, Codacons ha già espresso il proprio parere negativo, ricordando come l'addio delle monetine da 1 e da 2 centesimi potrebbe dare il via a "arrotondamenti selvaggi" dei prezzi al dettaglio, con conseguente incremento dei listini. Sfiducia è inoltre stata attribuita al monitoraggio da parte del Garante dei prezzi, che secondo il presidente Codacons Carlo Rienzi, "non servirà assolutamente a nulla".

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions