Saipem galleggia sopra 3,3 euro, quotazione petrolio non aiuta rialzo

Saipem galleggia sopra 3,3 euro, quotazione petrolio non aiuta rialzo
© iStockPhoto

Dopo il rialzo di ieri, la quotazione Saipem è tornata sotto-pressione a causa della flessione del Brent

CONDIVIDI

La quotazione Saipem, come si evince andando a guardare il grafico sull'andamento del titolo, non riesce a dare vita ad un trend rialzista deciso. Dopo la buona perfornance di ieri, infatti, nella seduta di oggi è prevalso un atteggiamento prudente. I traders non sembrano fidarsi di Saipem e per questo preferiscono non assumersi eccessivi rischi andando invece a chiudere le posizioni aperte. Il risultato di questo atteggiamento è alla base del -0,4% che la quotazione Saipem sta segnando oggi. 

Ieri la seduta si era chiusa con il prezzo delle azioni Saipem a 3,356 euro. Oggi la quotazione è scesa a 3,34 euro. Il segno rosso odierno ha riportato la performance di Saipem a -2,85% nell'ultimo mese. Restano ovviamente negative anche le performance sui sei mesi e su un anno. 

Dal punto di vista grafico, però, rispetto agli ultimi 15 giorni di giugno (un mese pesantissimo per Saipem) ci sono comunque dei segnali positivi. Nella prima parte di luglio, infatti, la quotazione Saipem ha solo testato livelli inferiori a 3,3 euro, scendendo fino a 3,29 euro per azione il 7 luglio scorso per poi subito risalire. Il tracollo della quotazione Saipem fino a 3,18 euro emerso nella seduta del 23 giugno sembra per fortuna essere molto lontano. 

La sostanziale tenuta che sta emergendo nei primi giorni di luglio, oltre che da fattori di tipo tecnico e grafico, è legata anche all'andamento non drammatico del prezzo del petrolio. Nonostante la quotazione del greggio non faccia brillare, le tensioni forti sembrano restare circoscritte al mese di giugno. 

Restando alla seduta di oggi, però, se il prezzo delle azioni Saipem è in ribasso è perchè la quotazione del petrolio sta registrando un leggero arretramento. Il Brent sta infatti perdendo lo 0,7% a 46,5 dollari al barile. Il ribasso del prezzo del petrolio è fisiologico anche alla luce della revisione al ribasso sull'andamento del greggio che molti analisti hanno operato. Come si evince dalla quotazione petrolio, i traders sembrano avere preso oramai atto che un rialzo forte è quasi impossibile. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions