Borsa Italiana oggi: azioni Eni e stime su utile. Conviene comprare ancora?

Borsa Italiana oggi: azioni Eni e stime su utile. Conviene comprare ancora?
© iStockPhoto

La quotazione Eni è in rialzo dopo la conferma del rating buy da parte di Banca Imi

CONDIVIDI

Tra i titoli che registrando uan performance positiva su Borsa Italiana oggi c'è Eni. Il prezzo delle azioni della società attiva nel settore petrolio e idrocarburi registra una variazione positiva dello 0,8%. Grazie agli acquisti di oggi, la quotazione Eni sale a 13,63 euro allungando la leggera striscia positiva iniziata proprio nella seduta di ieri quando il prezzo del titolo era salito dai 13,46 euro toccati nella prima di Ottava. Il rialzo che Eni sta registrando su Borsa Italiana oggi permette al titolo di rafforzare la performance positiva registrata su base mensile. Nell'ultimo mese, infatti, come si duduce dal grafico relativo all'andamento del titolo, il prezzo delle azioni Eni è aumentato del 2,87%. A sostenere l'apprezzamento della società è stato il positivo andamento del prezzo del petrolio.

In relazione alla seduta di oggi, la variazione positiva è supportata dalla decisione degli analisti di Banca Imi di ribadire la propria indicazione di acquisto sul titolo. Per gli esperti, infatti, il rating di Eni resta buy. Bocciatura, invece, per quello che riguarda il target price che è stato abbassato a 17,6 euro. Se si va a guardare a quelle che sono le quotazioni attuali di Eni, comunque, si nota come anche il nuovo prezzo obiettivo, più basso rispetto a quello precedente, lasci un certo margine all'andamento della quotazione. 

ll consiglio di comprare azioni Eni, che, nel caso del trading di Cfd possiamo convertire nel consiglio di investire in azioni Eni attraverso i Contratti per Differenza, è supportato dalla mossa di Banca Imi in relazione alle stime sull'utile netto del Cane a Sei Zampe. Questa previsione, infatti, è stata modificata in positivo. C'è quindi lo spazio per continuare a guardare positivamente all'andamento del titolo Eni perlomeno nel breve termine. Il rischio di un deprezzamento della quotazione, emerso al termine della seduta di lunedì ossia della prima di Ottava quando la società aveta staccato l'acconto sul dividendo 2017, è stato scongiurato ieri e poi su Borsa Italiana oggi. Da monitorare sempre l'andamento del prezzo del petrolio per avere dei supporti su cui basare la propria analisi e le proprie previsioni. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions