Consob ha aggiornato l’elenco delle società quotate che, per l’attenzione che viene prestata nei confronti della loro situazione azienda e finanziaria, sono tenute a fornire al mercato un aggiornamento mensile e non trimestrale.

In linea di massima, si tratta di quelle società che recentemente hanno evidenziato tensioni più o meno significative dal punto di vista finanziario, e sulle quali evidentemente occorre procedere con una condivisione delle informazioni più stringente.

Stando all’aggiornamento di ottobre, sono sempre 23 le società incluse nella black list. Ecco l’elenco integrale, con l’indicazione della posizione finanziaria netta al 31 agosto 2017 in milioni di euro (in parentesi la posizione finanziaria netta precedente, al 31 luglio 2017):

  • Acotel 7,39 (8,80)
  • Bialetti Industrie -83,49(-84,09)
  • Biancamano -112,49 (-110,99)
  • Brioschi -211,90 (-210,90)
  • CHL -8,65 (-8,53)
  • CTI Biopharma 45,20 (50,15) * in milioni di dollari
  • EEMS 1,53 (1,61)
  • Gabetti PS -8,04 (-6,82)
  • GEquity -1,89 (-1,87)
  • Gruppo Waste Italia -296,15 (-296,48)
  • Il Sole 24 Ore – 62,40 (-64,69)
  • Industria e Innovazione -12,26 (-12,43)
  • KREnergy –48,97 (-45,66)
  • Mediacontech 13,14 (13,35)
  • Netweek -2,28 (-2,29)
  • Olidata -19,88 (-19,78)
  • Pierrel -16,89 (-21,07)
  • Prelios -2,69 (-5,26)
  • Risanamento -633,17 (-634,27)
  • Sintesi -0,21 (0,44)
  • Stefanel -96,52 (-94,96)
  • Tiscali -184,86 (-193,25)
  • Zucchi -28,21 (-27,05)

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA