Quotazione Eni in leggera progressione su Borsa Italiana oggi. A fronte di un Ftse Mib che registra un rialzo dello 0,77% il prezzo delle azioni Eni mette invece a segno una progressione dello 0,5%. La quotazione Eni oggi, al di là di una leggera discesa sotto il valore di apertura attorno alle 9,20, si è sempre matenuta in positivo.

Il minimo intraday è stato toccato a quota 13,78 euro mentre il massimo del giorno è stato raggiunto a 13,84 euro. L'andamento che il prezzo delle azioni Eni sta registrando nella seconda parte della mattinata lascerebbe intuire un assestamento della quotazione attorno al valore attuale anche nel pomeriggio. Se Eni possa o meno chiudere sui livelli real time dipenderà comunque da quello che sarà l'andamento del prezzo del petrolio essendo il titolo del Cane a Sei Zampe profondamente legato alle quotazioni oil. 

Una chiusura positiva su Borsa Italiana oggi potrebbe essere di buon auspicio in vista della pubblicazione dei conti trimestrali di Eni che avverrà domani mattina nel pre-market. Eni, infatti, figura tra i titoli che oggi approveranno i rispettivi conti relativi ai primo nove mesi dell'esercizio 2017 ma si caratterizza per la specificità della pubblicazione rinviata a domani mattina. 

Alla luce di questo importante appuntamento sono tanti gli investitori che oggi stanno chiedendo se conviene o meno comprare azioni Eni in vista della pubblicazione dei conti. In altre parole è meglio investire oggi in azioni Eni oppure è preferibile attendere domani? E ancora domani mattina meglio un approccio long o short sul titolo anche attraverso gli strumenti del trading di CFD? Rispondere a queste domande significa andare a guardare a quello che è stato l'andamento sul Ftse Mib del titolo Eni. Non interessa solo sapere come si muove Eni su Borsa Italiana oggi ma anhce come si è mosso il titolo nell'ultimo periodo. A tal riguardo dall'andamento del grafico si evince che quota 15 euro manca in casa Eni alla fine di marzo 2017. L'allungo attuale in area 13,8 euro è avvenuto nel mese di settembre dopo che il prezzo delle azioni del Cane a Sei Zampe ad agosto è caduto sotto i 13,5 euro.

Questo dal punto di vista grafico. Per quello che riguarda invece le previsioni sui conti trimestrali del Cane a Sei Zampe, gli analisti si attendono un utile operativo adjusted èpari a 1.100 milioni, un utile netto rettificato che dovrebbe ammontare a 350 milioni e una produzione che dovrebbe attestarsi a 1.809 milioni kboe/d. Per quello che riguarda l’utile operativo adjusted di Eni, il consensus prevede che la divisione E&P registri un Ebit rettificato di 1.090 milioni, dato che si raffronta con i 644 milioni di un anno fa e che la divisione G&P chiuda il il trimestre con un rosso di 180 milioni che si raffronta con i -374 milioni del secondo trimestre 2016. Versalis, in particolare, dovrebbe raggiungere un Ebit adjusted pari a 110 milioni di euro. 

Queste le stime sulla trimestrale di Eni. La vera sfida è capire se il mercato possa o meno essere soddisfatto da Eni se i conti del Cane a Sei Zampe si rivelassero davvero questi. Indipendentemente dall'approccio long o dall'approccio short, certamente le azioni Eni, e gli strumenti derivati come i CFD, saranno una buona occasione per chi fa trading online. 

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA