Eni e Snam hanno formalizzato un accordo per lo sviluppo di stazioni di rifornimento a metano in Italia. Una nota congiunta delle due società ha così affermato che con questo primo contratto applicativo sarà possibile dare seguito a un altro accordo, quadro, firmato nel maggio scorso.

Secondo quanto ribadisce la nota, il contratto ha una durata pari a 20 anni e ha come oggetto le attività di progettazione, di realizzazione e di manutenzione da parte di Snam di un primo lotto di 14 nuovi impianti all'interno della rete nazionale di distributori Eni, supportando così l'offerta di carburanti alternativi a basse emissioni come il gas naturale. Di contro, a fronte delle attività che andrà a svolgere, Snam otterrà da Eni un corrispettivo stimato in un range tra 20 e 40 milioni di euro.

Ancora, nella nota viene evidenziato come il contratto sia ben integrato all'interno delle attività di Snam rivolte alla promozione della mobilità sostenibile, con un impiego di 150 milioni di euro utile per poter realizzare fino a 300 nuovi distributori, e utile per poter sostenere lo sviluppo degli impianti a metano e la loro diffusione più equilibrata nelle diverse regioni d'Italia.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA