Prysmian ha sottoscritto un accordo che la condurrà a rilevare il 100% di General Cable, al prezzo di 30 dollari per azione, per un totale sforzo finanziario pari a 3 miliardi di dollari.

In questo modo, trova conferma l'indiscrezione che è stata anticipata nel corso degli ultimi mesi, e trova termine un lungo percorso di corteggiamento iniziano anni fa, e proseguito a più riprese nel corso di tempi più recenti.

Secondo quanto afferma una nota di Prysmian, la valutazione effettuata su General Cable attribuirebbe alle azioni un premio dell'81% rispetto al prezzo raggiunto dal titolo lo scorso 14 luglio 2017, ultimo giorno di negoziazione prima dell'annuncio da parte della società dell'avvio di un processo di analisi di alternative strategiche. Ora, per poter dare il via all'operazione ,sarà necessaria l'approvazione degli azionisti di General Cable, oltre all'ok delle autorità competenti e qualche altra condizione sospensiva che non dovrebbe però bloccare il processo avviato.

"L'acquisizione di General Cable rappresenta una pietra miliare per il Gruppo Prysmian ed un'opportunità strategica e unica per la creazione di valore per i nostri azionisti ed i nostri clienti" - afferma Valerio Battista, CEO del gruppo Prysmian - "Grazie al consolidamento di queste due primarie aziende nel settore dei cavi saremo in grado di accrescere la nostra posizione nel mercato, aumentando la nostra presenza in Nord America e il footprint in Europa e Sud America".

Ovviamente soddisfatta anche la controparte americana, con il presidente non esecutivo John E. Welsh che ha affermato che "l'annuncio di oggi rappresenta il culmine di un'analisi approfondita e solida delle alternative strategiche prese in considerazione dal Consiglio di Amministrazione di General Cable. Siamo fiduciosi che questa operazione massimizzi il valore per i nostri azionisti".

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA