red hat soffre il downgrade da parte di banc of america

CONDIVIDI
Google domina il mercato dei motori di ricerca. Secondo un'indagine condotta da InsightExpress per conto di Standard & Poor's il 48% degli utenti Internet ricorre a Google per effettuare ricerche online. Yahoo! (ISIN: US9843321061) è staccata di molto con una quota di mercato del 20%. Seguono MSN di Microsoft (ISIN: US5949181045) e AOL di Time Warner (ISIN: US8873171057) che vengono scelti di regola rispettivamente dal 14% e dal 7% dei navigatori. Nella prima parte della loro analisi effettuata in vista della IPO gli esperti di Standard & Poor's stimano che i ricavi di Google dovrebbero registrare quest'anno un incremento del 100%. I margini di guadagno dovrebbero subire però un leggero calo a causa dell'aumento degli investimenti da parte dell'impresa fondata da Larry Page e Sergey Brin. Secondo le prime stime eseguite da Standard & Poor's Google sarebbe da valutare $33-$40 miliardi. Gli esperti dell'agenzia di rating credono che la strategia di espansione di Google al di fuori del core business delle ricerche online potrebbe comportare dei rischi. Per Google sarà difficile potersi affermare sul mercato di altri servizi Internet che sono già da tempo nelle mani di una forte concorrenza. La seconda parte del report di Standard & Poor's su Google dovrebbe essere pubblicato ad agosto. La IPO di Google dovrebbe raggiungere un volume di circa $3 miliardi. Il prezzo di collocamento verrà determinato attraverso una cosìddetta asta olandese. La data del debutto in borsa del più famoso dei motori di ricerca non è ancora conosciuta.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions