before the bell: futures positivi, in ripresa i semiconduttori

CONDIVIDI
Anche oggi i titoli dei principali broker online americani sono sotto pressione. Ieri il comparto aveva sofferto dopo che Joe Moglia, CEO di Ameritrade (ISIN: US03074K1007), aveva affermato che le attese del mercato sugli utili della sua impresa "sarebbero un po' troppo ottimistiche". Nel dopo-borsa Ameritrade aveva poi comunicato che il risultato operativo nel terzo trimestre raggiungerà solo la parte bassa dell'outlook di $14-$22 per azione. Di conseguenza J.P. Morgan ha rivisto al ribasso oggi le sue stime sull'utile per azione di Ameritrade. Merrill Lynch ha fatto lo stesso per Ameritrade e per le concorrenti Schwab (ISIN: US8085131055) e E*Trade (ISIN: US2692461047). Secondo gli analisti delle banche d'affari le attività di trading dovrebbero aver subito un forte calo nella seconda metà di maggio. Anche per giugno gli esperti attendono un debole andamento del mercato del brokeraggio online.
Nel pre-borsa Ameritrade perde attualmente il 4,2% a $11,22.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions