Procter & Gamble registra una debole crescita organica, è più cauta sul futuro

La prima impresa al mondo dei prodotti di consumo ha tagliato leggermente le sue stime per l'intero esercizio.

CONDIVIDI
Procter & Gamble (US7427181091) ha pubblicato oggi dei dati di bilancio che hanno in gran parte corrisposto alle attese del mercato ma fornito un prudente outlook. Nel suo secondo trimestre fiscale terminato lo scorso 31 dicembre il leader a livello mondiale dei prodotti di consumo ha aumentato il suo utile netto del 53% a $5 miliardi pari a $1,58 per azione. Il risultato include un beneficio straordinario di $0,63 per azione legato alla vendita di Folgers Coffee. I ricavi di Procter & Gamble sono calati lo scorso trimestre del 3% a $20,40 miliardi. Gli analisti avevano atteso in media un utile per azione di $1,58 e ricavi di $20,64 miliardi. Il rallentamento dell'economia ha avuto un impatto negativo anche sugli affari di Procter & Gamble. Le vendite di Procter & Gamble hanno registrato lo scorso trimestre una crescita organica di solo il 2%. A dicembre Procter & Gamble aveva avvertito che non avrebbe potuto raggiungere il suo obiettivo di una crescita organica delle vendite del 4%-6%. Secondo Procter & Gamble le condizioni di mercato dovrebbero rimanere difficili e molto volatili, almeno nel breve termine. Per il corrente trimestre Procter & Gamble si attende una crescita organica delle vendite del 2%-5% ed un utile per azione di $0,78-$0,86. Gli esperti delle banche d'affari avevano previsto un utile per azione di $0,85. Procter & Gamble ha inoltre ridotto leggermente le stime sul suo utile per azione per l'intero esercizio da $4,28-$4,38 a $4,20-$4,35 (attuale consensus: $4,29 per azione). Nel pre-borsa il titolo perde al momento più del 3%.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions