Platino, mercato in forte deficit nel 2012

platino-mercato-in-forte-deficit-nel-2012
Nella foto, un lingotto di platino. © Shutterstock

Il deficit sul mercato del platino è salito lo scorso anno al più elevato livello dal 2002.

CONDIVIDI

Il deficit sul mercato del platino è salito lo scorso anno a 375.000 once e raggiunto il più elevato livello dal 2002. È quanto emerge dal report annuale di Johnson Matthey (GB0004764071), il primo raffinatore al mondo di platinoidi. L'offerta di platino è calata lo scorso anno del 13% a 5,64 milioni di once. Il calo è stato causato dagli stop alla produzione in alcune miniere sudafricane. L'offerta di platino da parte del Sudafrica, il maggiore produttore al mondo del metallo prezioso, è scesa nel 2012 ai più bassi livelli dal 2001. La domanda di platino è calata lo scorso anno dello 0,6% a 8,05 milioni di once. Johnson Matthey si attende per il 2013 un leggero deficit sul mercato del platino.
Il mercato del palladio ha registrato lo scorso anno un deficit di 1,07 milioni di once contro il surplus di 1,19 milioni di once nel 2011. La domanda di palladio è cresciuta nel 2012 del 15,6% a circa 9,90 milioni di once. La crescita è stata dovuta soprattutto alla forte richiesta da parte del settore dell'auto. L'offerta di palladio è scesa dell'11,1% a 6,55 milioni di once. Johnson Matthey osserva che le minori vendite di riserve russe e la limitata produzione in Russia e Sudafrica causeranno un deficit sul mercato del palladio anche nel 2013.
Johnson Matthey si attende per i prossimi sei mesi un prezzo medio del platino di $1.570 all'oncia e del palladio di $740 all'oncia.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions