Petrolio sempre più giù, WTI e Brent ai minimi da luglio 2009

Petrolio sempre più giù, WTI e Brent ai minimi da luglio 2009
I prezzi del petrolio continuano a scendere. © Shutterstock

Il WTI ha perso il 4,5% e chiuso a $60,94 al barile. Brent -3,9% a $64,24 al barile.

CONDIVIDI

Il prezzo del petrolio continua inesorabilmente a scendere. Il future sul WTI con scadenza gennaio ha perso oggi al NYMEX un ulteriore 4,5% e chiuso a $60,94 al barile. Si tratta del più basso livello dal luglio del 2009.

Il future sul Brent con scadenza gennaio ha chiuso all'ICE in ribasso del 3,9% a $64,24 al barile. Anche per il benchmark europeo si  tratta dei minimi dal luglio del 2009.

L'OPEC si attende che la domanda per il suo petrolio scenderà il prossimo anno a 28,92 milioni di barili al giorno, ovvero ai minimi da 12 anni. La notizia ha rafforzato l'aspettativa degli investitori che il cartello non taglierà la sua produzione per non correre il rischio di perdere ulteriori quote di mercato.

I dati pubblicati oggi dal Dipartimento dell'Energia degli USA hanno fatto aumentare ulteriormente i timori di uno squilibrio a favore dell'offerta. Le scorte di greggio sono aumentate la scorsa settimana a sorpresa di 1,5 milioni di barili. Gli analisti avevano previsto un calo di circa 2,5 milioni di barili. Le scorte di benzina e di distillati hanno inoltre registrato una crescita significativamente superiore alle attese.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions