Wall Street chiude in netto rialzo, sprint nel finale su parole Yellen

Wall Street chiude in netto rialzo, sprint nel finale su parole Yellen
Wall Street ha chiuso oggi in netto rialzo. © iStockPhoto

Il Dow Jones ha guadagnato l'1,3%, l'S&P 500 l'1% e il Nasdaq Composite l'1%. Brillano McDonald's e Dow Chemical. Crollano Qualcomm e Alibaba.

CONDIVIDI

Dopo le forti perdite delle scorse sedute i principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in netto rialzo. Il Dow Jones ha guadagnato l'1,3%, l'S&P 500 l'1% e il Nasdaq Composite l'1%.

Wall Street ha registrato un rally nel finale di seduta. In un incontro con i senatori democratici Janet Yellen ha indicato di essere preoccupata a  causa della situazione all'estero e che la Fed non ha l'intenzione di alzare i tassi nel breve termine. Le dichiarazioni della Yellen, riportate dal senatore Chuck Schumer, hanno fatto scattare una pioggia d'acquisti.

McDonald's (US5801351017) ha guadagnato il 5,1%. Il leader mondiale del fast food ha annunciato che il CEO Don Thompson ha dato le dimissioni e sarà sostituito da Steve Easterbrook, attualmente responsabile del brand a livello globale.

Boeing (US0970231058) ha guadagnato un ulteriore 5,8%. Citigroup ha alzato il suo target price per il titolo a $171.

Dow Chemical (US2605431038) ha guadagnato il 4,6%. Il maggiore gruppo chimico degli USA ha annunciato per il quarto trimestre un utile di $0,85 per azione. Il consensus era di $0,69 per azione.

Tra i petroliferi Exxon Mobil (US30231G1022) ha perso lo 0,4% e Chevron (US1667641005) lo 0,7%. Il prezzo del petrolio è sceso oggi a New York fino a $43,58 prima di registrare una ripresa.

Ford (US3453708600) ha guadagnato il 2,7%. Il costruttore di auto ha annunciato una trimestrale migliore delle attese e confermato i suoi target per il 2015.

Facebook (US30303M1027) ha guadagnato il 2,3%. Il social network ha aumentato lo scorso trimestre l'utile ed i ricavi più delle attese degli analisti, la sua crescita ha però significativamente rallentato.

Qualcomm (US7475251036) ha prso il 10,3%. Il primo produttore al mondo di chip per cellulari ha tagliato l'outlook sull'anno fiscale 2015.

Alibaba (US01609W102) ha perso l'8,8%. I ricavi del colosso cinese del commercio elettronico sono aumentati lo scorso trimestre meno di quanto atteso dagli analisti.

Tra gli auriferi Barrick Gold (CA0679011084) ha perso il 2,5% e Goldcorp (CA3809564097) l'1,8%. Il prezzo dell'oro ha perso oggi a New York il 2,4%. Si è trattato del più forte ribasso da 13 mesi.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions