Standard & Poor's patteggia sui mutui subprime, pagherà 1,4 miliardi

Standard & Poor's patteggia sui mutui subprime, pagherà 1,4 miliardi
La vendita di mutui subprime ha scatenato una delle più grandi crisi finanziarie della storia. © Shutterstock

S&P veniva accusata di aver "gonfiato" le valutazioni di alcuni titoli garantiti da mutui ipotecari. L'agenzia non ha ammesso di aver violato le leggi.

CONDIVIDI

Standard & Poor's ha raggiunto un accordo con le autorità statunitensi per mettere fine alla disputa legale relativa ai suoi rating emessi sui titoli coperti dai mutui subprime.

L'impresa madre, McGraw-Hill (US5806451093), pagherà complessivamente circa $1,4 miliardi. Il Dipartimento di Giustizia degli USA riceverà $687,5 milioni. Il resto andrà a 19 Stati e al distretto di Columbia.

Standard & Poor's veniva accusata di aver "gonfiato" prima del 2008 le valutazioni di alcuni titoli garantiti da mutui ipotecari e occultato i rischi per ricevere più commesse dalle banche emittenti. In questo modo l'agenzia di rating avrebbe commesso una frode affermando falsamente che i suoi rating fossero obiettivi. Nel febbraio del 2013 il Dipartimento di Giustizia aveva perciò intentato una causa civile e chiesto $5 miliardi a titolo di risarcimento per i danni causati dalla crisi dei mutui subprime.

S&P ha acconsentito di patteggiare con le autorità statunitensi a patto di non dover ammettere di aver violato le leggi.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions