L’Arabia Saudita e la Russia hanno raggiunto un accordo su un congelamento della produzione di greggio. Lo riporta l’agenzia stampa “Interfax” che cita “fonti diplomatiche”. L’Arabia Saudita sarebbe ora disposta a congelare l’attività produttiva anche senza una partecipazione dell’Iran.

A seguito della notizia il prezzo del petrolio ha incrementato i suoi guadagni. Il future sul Brent con scadenza giugno sale al momento del 2,9% a $44,09 al barile.

Domenica prossima si riuniranno a Doha, in Qatar, i Paesi più importanti dell’OPEC e la Russia per discutere di misure volte ad un rallentamento dell’offerta di petrolio. Il vertice ha come obiettivo una stabilizzazione dei prezzi. L’Arabia Saudita aveva finora detto di essere pronta a congelare la produzione solamente se lo farà anche l’Iran. Teheran aveva tuttavia più volte indicato di voler produrre di più dopo lo sblocco delle sanzioni internazionali perché vuole riguadagnare quote di mercato.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA