FMI taglia stime crescita globale dopo la Brexit

FMI taglia stime crescita globale dopo la Brexit
Il FMI ha tagliato le sue stime di crescita. © Shutterstock

Il FMI prevede ora per il 2016 un aumento del PIL globale del 3,1% e per il 2017 del 3,4%.

CONDIVIDI

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha tagliato le sue stime di crescita per tenere conto dell’impatto della decisione della maggioranza dei cittadini del Regno Unito di uscire dall’UE (“Brexit”).

L’istituzione con sede a Washington prevede ora per il 2016 un aumento del PIL globale del 3,1% e per il 2017 del 3,4%. Nell'Economic Outlook di gennaio era stato previsto per quest'anno un aumento del 3,2% e per il prossimo del 3,5%.

Le stime per il Regno Unito sono state riviste per il 2016 a +1,7% (da +1,9%) e per il 2017 a +1,3% (da +2,2%).

Dopo il buon andamento nel primo trimestre, il Fondo Monetario Internazionale ha alzato leggermente le sue stime di crescita per la zona euro nel 2016 dall’1,5% all’1,6%. Le previsioni per il 2017 sono state invece ridotte da +1,6% a +1,4%. Per la sola Italia il FMI prevede una crescita dello 0,9% per quest’anno (da +1,0%) e dell’1% per il prossimo (da +1,1%).

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions