Il prezzo dell'oro chiude in flessione, pesa ripresa dollaro

Il prezzo dell'oro chiude in flessione, pesa ripresa dollaro
Il prezzo dell'oro ha chiuso in flessione. © Shutterstock

Il future con scadenza dicembre ha perso al Comex lo 0,6% a 1.266,60 dollari l'oncia.

CONDIVIDI

Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi in flessione. Il future con scadenza dicembre ha perso al Comex lo 0,6% a 1.266,60 dollari l'oncia.

Il forte calo del prezzo del petrolio ha avuto oggi un impatto negativo sull’intero mercato delle materie prime. A pesare sulla quotazione dell’oro è stata inoltre la ripresa del dollaro. Dopo aver toccato un minimo a 98,34 punti, il Dollar Index è risalito fino a 98,62 punti. Se il dollaro si rafforza le commodity denominate nella valuta statunitense, come il metallo giallo, diventano meno appetibili per chi possiede altre divise.

Dal punto di vista tecnico il quadro resta negativo. Il prezzo dell’oro è salito oggi esattamente fino alla resistenza a $1.277 ed è ricaduto verso il basso. Una violazione del supporto in area $1.250 confermerebbe il segnale ribassista. In questo caso ci sarebbe il rischio di una discesa fino a $1.200. Se il prezzo dell’oro dovesse invece riuscire a superare $1.277 potrebbe salire fino a $1.293 e poi fino a $1.303. Solo un superamento di quest’ultimo livello migliorerebbe la situazione.

Tra gli altri principali metalli, l'argento ha perso oggi lo 0,9% a $17,62 l’oncia, il palladio il 2,2% a $620,95 l’oncia e il platino lo 0,1% a $964 l’oncia. Il rame ha guadagnato lo 0,3% a $2,146 per libra.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions