Dimenticate l’OPEC ed il suo piano per limitare la produzione, i prezzi del petrolio saliranno comunque. Lo afferma Barclays. La banca d’affari britannica ha indicato in una nota che le scorte di greggio dovrebbero calare sensibilmente durante l’inverno a livello globale, con la conseguenza che l’offerta sul mercato sarà nel 2017 molto più ridotta rispetto ai due anni precedenti.

Quindi, a prescindere da quello che deciderà l’OPEC al vertice di Vienna del 30 novembre, i fondamentali per i prezzi del petrolio miglioreranno. Barclays ritiene che ci possa essere un deficit già tra il primo e il secondo trimestre del 2017.

Gli analisti prevedono perciò che i prezzi del petrolio quoteranno negli ultimi tre mesi di quest’anno in media a 50-53 dollari al barile. Per il 2017 Barclays prevede un prezzo medio di 57 dollari al barile.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA