Wall Street frena, male FedEx, scende il petrolio

Wall Street frena, male FedEx, scende il petrolio
© Shutterstock

Con l'avvicinarsi di Natale i volumi di scambio sono stati bassi. Bene Nike dopo i conti. Sale il settore edile. A picco Accenture e Finish Line.

CONDIVIDI

I principali indici statunitensi hanno chiuso oggi frenato. Il Dow Jones ha perso lo 0,2%, l'S&P 500 lo 0,3% e il Nasdaq Composite lo 0,2%.

Con l’avvicinarsi delle festività natalizie il rally a Wall Street ha perso vigore. I volumi di scambio sono stati bassi. Molti investitori guardano già al prossimo anno. Il dollaro ha ritracciato, mentre le quotazioni dei bond statunitensi hanno registrato una ripresa. Il rendimento del Treasury a dieci anni è sceso al 2,54%.

FedEx (US31428X1063) ha perso il 3,3%. Il gigante delle spedizioni ha annunciato per lo scorso trimestre un utile adjusted di $2,80 per azione. Il consensus era di $2,90 per azione. I ricavi hanno superato lievemente le attese.

Accenture (BMG1150G1116) ha perso il 5%. Il leader della consulenza informatica ha annunciato per lo scorso trimestre un utile di $1,58 per azione. Il dato ha superato di nove cent le stime del consensus. I ricavi sono stati tuttavia inferiori alle attese e Accenture ha tagliato l’outlook sul 2017 a causa dell’impatto negativo derivante dalla forza del dollaro.

Finish Line (US3179231002) ha perso l’8,7%. Il retailer di abbigliamento sportivo ha annunciato per lo scorso trimestre una perdita superiore alle stime degli analisti. Anche i ricavi hanno deluso le previsioni.

Nike (US6541061031) ha guadagnato l’1%. Il leader mondiale dell'abbigliamento sportivo ha annunciato un utile trimestrale di $0,50 per azione, sette cent al di sopra del consensus di $0,43 per azione.

Tra i petroliferi Exxon Mobil (US30231G1022) ha perso lo 0,2% e ConocoPhillips (US20825C1045) lo 0,1%. Il prezzo del petrolio ha perso oggi a New York l’1,5% dopo che le scorte statunitensi di greggio hanno registrato a sorpresa un calo.

Johnson & Johnson (US4781601046) ha perso lo 0,3%. Il gruppo statunitense è tornato a trattare per una possibile acquisizione di Actelion (CH0010532478).

Nel settore edile Lennar (US5260571048) ha guadagnato l’1,1% e PulteGroup (US7458671010) lo 0,3%. Le vendite di case esistenti hanno aggiornato negli USA a novembre i massimi da febbraio 2007.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions