Wall Street chiude debole alla vigilia dell'Inauguration Day

Wall Street chiude debole alla vigilia dell'Inauguration Day
© Shutterstock

Quinto ribasso di fila per il Dow Jones. Vendite su bancari e farmaceutici. Male Exxon Mobil. Brillano Netflix, Union Pacific e Coca-Cola.

CONDIVIDI

I principali indici statunitensi hanno chiuso oggi deboli. Il Dow Jones ha perso lo 0,4%, l'S&P 500 lo 0,4% e il Nasdaq Composite lo 0,3%. Per il Dow Jones si è trattato della quinta seduta negativa di fila.

A Wall Street ha prevalso oggi la prudenza. Alla vigilia dell’ingresso di Donald Trump alla Casa Bianca gli investitori sono stati restii ad esporsi a rischi. Il dollaro ha frenato dopo che il segretario del Tesoro designato, Steven Mnuchin, ha affermato in audizione al Senato che il biglietto verde è “molto, molto forte”. I rendimenti dei Treasury sono invece saliti ulteriormente. I dati macroeconomici pubblicati oggi negli Stati Uniti hanno segnalato che l’economia statunitense si sta rafforzando. In particolare, le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione sono calate, a sorpresa, ai minimi dal 1973.

Il mercato azionario ha incrementato le perdite dopo che il famoso finanziere George Soros, ha affermato che l’euforia scatenata dalla vittoria di Trump tra gli investitori finirà e subentrerà al suo posto l’incertezza.

Tra i bancari, che hanno guidato il rally dal voto dell’8 novembre, J.P. Morgan Chase & Co. (US46625H1005) ha perso lo 0,8% e Goldman Sachs (US38141G1040) l’1,2%.

Anche i farmaceutici hanno chiuso deboli. Merck (US5893311077) ha perso l’1,4% e Pfizer (US7170811035) l’1%.

Exxon Mobil (US30231G1022) ha perso l’1,8%. UBS ha tagliato il maggiore gruppo petrolifero statunitense da “Neutral” a “Sell”.

Netflix (US64110L1061) ha guadagnato il 3,9%. Il leader dell’offerta di servizi di streaming online ha annunciato per lo scorso trimestre utili, ricavi e abbonati superiori alle stime degli analisti.

Union Pacific (US9078181081) ha guadagnato il 2,4%. Il maggiore operatore ferroviario degli USA ha annunciato per lo scorso trimestre un utile di $1,39 per azione. Il consensus era di $1,33 per azione. Anche i ricavi hanno battuto le attese.

Coca-Cola (US1912161007) ha perso lo 0,4%. Wells Fargo ha declassato il maggiore produttore mondiale di bevande analcoliche da “Outperform” a “Market Perform”.

Tesla Motors (US88160R1014) ha guadagnato il 2,3%. Morgan Stanley ha alzato il suo rating sul produttore di auto elettriche da “Equal-weight” ad “Overweight”.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions