Morgan Stanley ha confermato il suo rating di “Overweight” su Apple (US0378331005) ed alzato il target sul prezzo da 150 a 154 dollari.

Morgan Stanley è molto ottimista sul potenziale dell’iPhone 8, soprattutto in Cina. La banca d’affari indica in una nota che il terminale, il cui lancio è atteso per settembrere, integrerà probabilmente un sensore 3D e che gli utenti cinesi sono particolarmente sensibili alle nuove tecnologie. Gli analisti credono di conseguenza che Apple potrà riguadagnare importanti quote di mercato.

Morgan Stanley si attende che Apple venderà in Cina nell’anno fiscale che si chiude nel settembre 2018 72 milioni di iPhone. Gli esperti hanno di conseguenza alzato le loro stime sulle vendite totali dello smartphone per il prossimo esercizio a 260 milioni di unità, contro l’attuale consensus di circa 241 milioni di unità. La stima sull’utile per azione è inoltre salita a 11 dollari, anch’essa nettamente superiore al consensus di 10,13 dollari.

Apple sale attualmente al Nasdaq dello 0,6% a 136,58 dollari. Nel corso della seduta il titolo ha toccato un nuovo record storico a 136,62 dollari. Cupertino capitalizza ora circa 716 miliardi di dollari.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA