Quotazione oro in calo per la sesta seduta di fila. Cosa succede?

Quotazione oro in calo per la sesta seduta di fila. Cosa succede?
© Shutterstock

Sempre più investitori scommettono che la Fed alzerà i tassi la prossima settimana. In aumento il dollaro e i rendimenti dei Treasury.

CONDIVIDI

La quotazione dell’oro ha chiuso oggi per la sesta seduta di fila in ribasso. Il future sul metallo giallo con scadenza aprile ha perso al Comex lo 0,8% a 1.216,10 dollari l’oncia. Si tratta del più basso livello da circa cinque settimane.

Sul prezzo dell’oro ha continuato a pesare l’aspettativa che la Fed alzerà i tassi la prossima settimana. Le ultime indicazioni arrivate dagli esponenti dell’istituto sono state chiaramente da “falco”. La stessa governatrice, Janet Yellen, ha indicato venerdì scorso che se occupazione e inflazione evolveranno in linea con le aspettative, “un ulteriore aggiustamento del tasso dei Federal Funds sarebbe probabilmente appropriato”.

Gli investitori nell’oro attendono perciò con tensione i dati sul mercato del lavoro, in programma venerdì. Solo una sorpresa negativa sembra poter far desistere la Fed ad alzare i tassi nella riunione del 14 e del 15 marzo.

Una stretta monetaria è negativa per l’oro perché tende a far salire il dollaro ed i rendimenti dei Treasury. Il Dollar Index ha toccato oggi un massimo a 101,91 punti, dai 101,70 punti di ieri. Visto che l’oro è denominato nel dollaro, un apprezzamento del biglietto verde lo rende più caro per chi possiede altre valute. Il rendimento del Treasury a dieci anni è salito oggi fino al 2,52%. L’oro non paga interessi, un aumento dei rendimenti ha perciò come conseguenza che diventa meno attrattivo presso gli investitori.

Tra gli altri principali metalli, l'argento ha perso oggi l’1,3% a $17,53 l’oncia, il rame l’1,3% a $2,619 per libra e il platino l’1,8% a $961,10 l’oncia. Il palladio ha guadagnato lo 0,2% a $775 l’oncia.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions