Petrolio: Nuovo tonfo dei prezzi, WTI sotto 50 dollari

Petrolio: Nuovo tonfo dei prezzi, WTI sotto 50 dollari
© iStockPhoto

Il Brent e il WTI hanno chiuso ai minimi da fine novembre, ovvero da quando l'OPEC ha raggiunto un accordo per limitare la sua produzione.

CONDIVIDI

Nuovo tonfo del prezzo del petrolio. Il future sul Brent con scadenza maggio ha perso oggi l’1,7% a 52,19 dollari al barile. Il future sul WTI con scadenza aprile è sceso del 2% a 49,28 dollari al barile. I prezzi del petrolio non chiudevano a tali livelli dalla fine di novembre, ovvero da quando l’OPEC ha raggiunto un accordo per limitare la sua produzione per la prima volta da otto anni.

Gli investitori temono che gli sforzi del cartello volti a riequilibrare il mercato petrolifero mondiale possano essere resi vani dalla crescente attività negli Stati Uniti. Dagli ultimi dati dell’EIA (Energy Information Administration), pubblicati ieri, è emerso che le scorte statunitensi di greggio sono aumentate per la nona settimana di fila e raggiunto il livello record di 528,4 milioni di barili. La produzione statunitense è inoltre cresciuta per la terza settimana consecutiva.

In una nota pubblicata oggi la casa d’investimento Secular Investor ha indicato “che sicuramente non è stata mai l’intenzione dell’OPEC di sostenere l’industria petrolifera americana, visto che ciò riduce l’impatto dei suoi tagli, e ora è meno probabile che i membri del cartello continuino a rispettare l’accordo”.

Secondo indiscrezioni raccolte dall’agenzia stampa “Reuters” l’Arabia Saudita avrebbe già avvertito questa settimana le maggiori compagnie petrolifere statunitensi che non dovrebbero assumere che l’OPEC estenderà i suoi tagli per compensare la crescente produzione dai giacimenti americani di scisto. In questo contesto la correzione dei prezzi del petrolio potrebbe essere solo all’inizio.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions