Le borse europee chiudono in flessione, Madrid la peggiore

Le borse europee chiudono in flessione, Madrid la peggiore
© Shutterstock

Ancora deboli i bancari. Vendite sui petroliferi. Male Renault. Bene Prudential dopo i conti. Vola RWE.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse europee hanno chiuso oggi in flessione. Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,1%, lo SMI a Zurigo lo 0,2%, il CAC40 a Parigi lo 0,5%, il DAX a Francoforte lo 0,1% e l'IBEX 35 a Madrid lo 0,9%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è sceso dello 0,5%.

Alla vigilia delle elezioni in Olanda e della decisione della Fed sui tassi, gli investitori sono stati restii ad aprire nuove posizioni. I dati macroeconomici pubblicati oggi in Europa non hanno potuto fornire impulsi al mercato. L’indice ZEW tedesco e la produzione industriale nell’Eurozona sono stati inferiori alle stime degli economisti.

I bancari sono stati anche oggi deboli. Commerzbank (DE0008032004) ha perso l’1,4%, BNP Paribas (FR0000131104) il 2,2% e Banco Santander (ES0113900J37) l’1,9%.

Il nuovo calo del prezzo del petrolio ha pesato sui petroliferi. BP (GB0007980591) ha perso l’1,4%, Repsol (ES0173516115) il 2,1% e Total (FR0000120271) l’1,7%.

Renault (FR0000131906) ha perso l’1%. Bernstein ha avviato la copertura sul costruttore francese con “Underperform”.

RWE (DE0007037129) ha guadagnato il 6,5%. Secondo indiscrezioni di stampa Engie (FR0010208488) sarebbe interessato alla divisione delle energie rinnovabili del rivale tedesco.

Prudential (GB0007099541) ha guadagnato il 3,3%. Il gruppo assicurativo britannico ha aumentato lo scorso anno l’utile operativo ed annunciato un incremento del suo dividendo.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions