Il Dipartimento del Lavoro ha comunicato oggi che l'indice dei prezzi al consumo (CPI, Consumer Price Index) è aumentato a febbraio dello 0,1%, contro il +0,6% registrato nel mese precedente. Il dato è conforme alle stime degli economisti. Su base annua il CPI è aumentato lo scorso mese del 2,7%. Si è trattato del più forte aumento dal marzo del 2012.

Il CPI “core”, l'indice depurato dalle più volatili variazioni dei prezzi di cibo ed energia, è aumentato a febbraio dello 0,2%, contro il +0,3% registrato nel mese precedente. Anche questo dato è in linea con le attese. Su anno il CPI “core” è aumentato del 2,2%.

Ricordiamo che la Federal Reserve tollera, non ufficialmente, un aumento dell'inflazione su base annua tra l'1% ed il 2%.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA