Forex trading, i market mover 21-22 marzo 2017

forex

Qualche spunto di valutazione sui principali market mover di oggi e di domani.

CONDIVIDI

La settimana non offre grandissimi spunti macro o, per lo meno, ne propone di meno rispetto alla corposa abbuffatta delle ultime due settimane. Ciò non toglie, comunque, che non vi siano delle interessanti analisi che meritano di essere effettuate, visto e considerato che da dati molto positivi o molto negativi potrebbero determinarsi alcune variazioni nei cross valutari di principale riferimento.

In particolare, la settimana garantisce nuove indicazioni per le indagini di fiducia per il mese di marzo, e alcune stime flash sull'evoluzione del PMI composito. Si attendono anche i nuovi dati sull'indice INSEE, in Francia, per la fiducia nel manifatturiero, e l'indice belga BNB. Infine, sempre in area euro verrà pubblicato il nuovo dato sulla stima flash della fiducia dei consumatori.

Negli USA, se possibile, i dati di rilievo in uscita sono ancora di meno, ma il calendario sarà fortunatamente compensato da alcuni discorsi dei membri Fed che potrebbero esporre atteggiamenti più o meno hawkish.

Più sul breve termine, domani usciranno i dati sulle vendite di case esistenti nel mese di febbraio, sul territorio statunitese. Si tratta dell'unico dato macro di nota per la giornata di oggi, con previsione di una flessione a quota 5,6 milioni di unità annualizzate, contro le 5,69 milioni di unità annualizzate che erano state rilevate nel corso del mese di gennaio. Il forte incremento di inizio anno è stato in contrasto con i dati dei contratti di compravendita, risultati essere deboli sul finire del 2016, e in linea con un rallentamento della tendenza positiva delle vendite di case non nuove (difficilmente i dati saranno così negativi da dar seguito a un'inversione del trend).

Tra gli altri dati, oggi in uscita quelli britannici sul CPI del mese di febbraio, che parte da un dato dell'1,8% su base annua e negativo per 0,5% su base mensile, con attese di 2,1% su base annua e 0,5% su base mensile. Negli USA uscirà anche il dato sul saldo delle partite correnti, che nel quarto trimestre 2016 è negativo per 113 miliardi di dollari.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions