Economia mondiale, il Fmi migliora le stime ma... con prudenza

trading

Il Fmi migliora le stime di crescita economica ma teme l'effetto Trump.

CONDIVIDI

Il Fondo monetario internazionale ha migliorato le stime globali di crescita, conducendole al 3,5% per il 2017 (dal 3,1% dello scorso anno e 0,1% in più delle stime) e al 3,6% per il 2018 (come nel report precedente).

Stando al dettaglio delle stime del Fmi, l'Italia dovrebbe crescere dello 0,8% quest'anno e il prossimo, con un miglioramento di 0,1 punti per l'anno in corso, pur inferiore al target dell'1,1% e dell'1% che il governo italiano ha messo formalmente in obiettivo nel Def per il biennio. Sempre in riferimento all'Italia, il Fmi ricorda che il debito pubblico dovrebbe rimanere sopra il 130%, ma in miglioramento, con passaggio al 132,8% del Pil nel 2018 e al 131,6% nel 2018, in calo rispetto alle stime di ottobre, quando aveva ipotizzato un debito al 133,4% per il 2017 e al 132% per il 2018.

Per quanto riguarda le altre stime sulle principali economie, quelle avanzate dovrebbero complessivamente crescere del 2% nel 2017 e del 2% nel 2018, in accelerazione rispetto all'1,7% del 2016. Bene anche l'economia USA, che dovrebbe accelerare dall'1,6% del 2016 al 2,3% del 2017 e al 2,5% del 2018. L'eurozona è invece vista crescere stabilmente all'1,7% nel 2017, e decelerare all'1,6% nel 2018.

Ad ogni modo, le stime sono suscettibili di revisioni in potenziale ribasso, come peraltro ben chiarito dagli economisti di Christine Lagarde, evidentemente preoccupati da alcuni timori più o meno citati: su tutti, il punto più dolente dovrebbe essere rappresentato dalla nuova impostazione economica della Casa Bianca, con - si legge nel rapporto - "una virata verso il protezionismo che può condurre a una guerra commerciale".

Insomma, per il Fmi un mondo economicamente più chiuso non è affatto un buon elemento di spinta per la crescita internazionale, e potrebbe essere in grado di ridurre in maniera netta lo sviluppo del Pil globale in rallentamento.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

Trade indices Online
iqOption