USA, Fed accelera studio su normalizzazione del bilancio

fed

Si avvicina l'avvio del processo di normalizzazione della Fed.

CONDIVIDI

Con l’avvicinarsi della riunione del FOMC del mese di giugno, la Federal Reserve starebbe accelerando la propria politica di normalizzazione del bilancio, e starebbe aggiornando le proprie visioni positive sullo scenario economico nazionale.

Ad affermarlo, poche ore fa, è stato Dudley, un membro della Fed di New York, secondo cui la riduzione del livello del portafoglio verrà attuata tra breve, pur conservando i principali canoni dell’attenzione e della cautela, al fine di preparare il mercato alla già accennata strada di normalizzazione. Lo start di tale processo sarà presumibilmente inquadrato tra l’ultima riunione del 2017 e la prima riunione del 2018, e i mesi precedenti serviranno – appunto – a informare il mercato su quel che avverrà, preparandolo al cambiamento di rotta.

Inoltre, Dudley ha precisato che la riduzione del livello del portafoglio verrà effettuata sia operando sui Tresury sia sui MBS; per poter portare alla fine il bilancio su livelli superiori a quelli pre-crisi. Ancora, Dudley ha affermato di continuare ad attendersi di incrementare gradualmente i tassi, pur senza restringere in maniera aggressiva, visto e considerato che rimane un discreto margine di incertezza sugli effetti che il quantitative easing ha avuto a livello di rendimenti.

Sempre dagli Stati Uniti, e sempre nelle ultime ore, è poi arrivato l’annuncio da parte del Segretario del Commercio Ross di un piano di 10 punti che dovrebbe permettere di sviluppare il commercio bilaterale con la Cina: tra i principali punti dello stesso piano, vi sono alcuni aspetti che riguardano l’agricoltura e il settore finanziario, ma mancano misure specifiche in grado di permettere a tale linee guida di poter essere valutate con maggiore attendibilità. Inoltre, molti elementi contenuti sono in realtà la nuova “formalizzazione” nel piano di una serie di negoziati già aperti nello scorso passato. Ross ha poi chiarito che l’annuncio del piano è congiunto con il governo cinese.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions
iqOption