Prezzo petrolio: il rally per allert dal Qatar è già finito, quotazioni ora stabili

Prezzo petrolio: il rally per allert dal Qatar è già finito, quotazioni ora stabili
© Shutterstock

L'aumento registrato questa mattina dal prezzo del petrolio è stato solo una fiammata. Nessun allarme per ora

CONDIVIDI

Il rally della quotazione del petrolio sembrerebbe essere già finito. Mentre molti siti battevano notizie sull'inevitabile corsa del prezzo del petrolio a causa delle tensioni tra i paesi del Golfo, le quotazioni del greggio avevano già iniziato a segnare il passo. L'andamento di oggi del prezzo del petrolio, comunque, ha fornito molti spunti operativi ai traders. Per avere un'idea di quello che è potuto essere il guadagno degli investitori, è sufficiente considerare due dati. Questa mattina il petrolio Wti aveva raggiunto prima e superato poi i 48 dollari al barile. Prima dell'apertura del Nymex a New York, però, il Wti era già sceso a 47,85 dollari, in rialzo dello 0,19% rispetto alla chiusura di venerdì.

Analizzando il grafico itraday relativo alla quotazione del petrolio, è facile rendersi conto che il prezzo del greggio è passato dal +1,6% di questa mattina ad un contenuto +0,2%. Lo stesso discorso vale anche per il Brent che si è attestato nel primo pomeriggio poco sorpa i 50 dollari al barile. 

In pratica le tensioni geopolitiche tra i paesi del Golfo hanno reso nervosi gli investitori ma senza tanti strappi rispetto alle sedute precedenti. La corsa del prezzo del petrolio a causa dei venti di instabilità geopolitica che soffiano dal Medio Oriente resta, per ora, solo un'ipotesi, nulla di più. 

Certamente le preoccupazioni ci sono ma sono in tanti a pensare che la tensione tra Arabia Saudita, Emirati Arabi, Bahrain e Egitto, da un lato, e Qatar, dall'altro, sia destinata a rientrare molto presto. Ricordiamo che l'aumento del prezzo del petrolio è iniziato non appena sono arrivate le prime notizie sull'interruzione dei rapporti diplomatici tra il citato quartetto e Doha. Il gelo tra i due fronti è dovuto alle accuse di sostegno al terrorismo che hanno travolto il Qatar. La situazione, comunque, è in evoluzione e come sempre avviene in questi casi, la presenza di una certa volatilità relativamente all'andamento della quotazione del petrolio, rappresenta una importante occasione di trading per molti investitori. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions