Cambio Euro Dollaro: quotazione nelle mani di Draghi, due previsioni possibili

Cambio Euro Dollaro: quotazione nelle mani di Draghi, due previsioni possibili
© Shutterstock

Leggero rialzo per il cambio Euro Dollaro ma la vera partita sarà il prossimo giovedì

CONDIVIDI

Il cross Euro Dollaro sta registrando oggi quello che appare come un leggero assestamento della quotazione. Dopo una serie di sedute caratterizzate da un continuo deprezzamento del dollaro, il cambio ha quindi subito un leggero calo per quindi arrivare alla risalita di oggi. Il cross, pur senza l'euforia delle recenti sedute, è comunque stabilmente sopra quota 1,19. 

Come emerge dal grafico in tempo reale sul cambio Euro Dollaro, il rialzo non appare convinto anche se una discesa sotto quota 1,19 sembra avere poche possibilità di concretizzazione perlomeno nel brevissimo periodo. La nuova resistenza che il cambio dovrebbe agganciare per potersi maggiormente stabilizzare è collocabile in area 1,195. Si tratta di un livello che, tenendo in considerazione quello che l'andamento di oggi del cambio, non appare a portata di mano. Il possibile contenimento del deprezzamento del dollaro Usa nel cambio con l'Euro può essere spiegato anche alla luce di quelli che sono i motivi alla base della recente risalita del cross. A generare il nuovo rally dell'Euro, infatti, sono stati i dati di ieri sulla fiducia degli investitori.

In considerazione di questa situazione, gli investitori e i traders sembrano preferire un approccio più prudente che, a conti fatti, è anche il solo capace di cogliere l'eventuale volatilità che potrebbe caratterizzare il cambio Euro Dollaro anche nella seduta di domani. La prudenza è necessaria anche in considerazione di quella che è l'agenda macro della settimana. In programma, infatti, c'è l'attesissimo board Bce di giovedì 7 settembre. Decisioni di politica monetaria sui tassi e dichiarazioni sui possibili tempi del tapering monopolizzeranno l'attenzione degli investitori. Come sempre avviene in queste situazioni, a riuscire a trarre profitto dagli eventi e dall'andamento del cross Euro Dollaro saranno quei traders più capaci di sapere leggere i segnali. 

A prescindere da quella che possa essere la strategia personale di ogni investitore, due sono gli esiti possibili della riunione della Banca Centrale Europea di giovedì.

Se Draghi dovesse annunciare un approccio dovish, allora il cambio Euro Dollaro dovrebbe immediatanente crollare con conseguente addio (almeno per il momento del Super Euro). Viceversa se il governatore della Bce dovesse aprire la porta ad un tapering più imminente rispetto a quelle che sono le precedenti indicazioni, allora il deprezzamento del Dollaro sarebbe destinato a proseguire. In una situazione di questo tipo non sarebbe esclusa una possibile salita del cambio tra le due divise anche a quota 1,2. Del resto, quello che è avvenuto sul monetario nelle recenti sedute, rappresenta una segnale di come un traguardo simile sia possibile. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions