Nel suo consueto aggiornamento settimanale sul gas naturale, la US Energy Information Administration (EIA) ha riferito che le scorte di gas sono aumentate di 91 Bcf, e pertanto un po’ al di sopra delle stime di consenso. Si tratta altresì del più grande aumento settimanale dal 2 giugno scorso, favorito a causa di temperature più basse e di una produzione media superiore.

Gli stock totali, sottolinea il report, sono ora pari a 3,311 Bcf (+ 2,8% su settimana), 179 Bcf meno dell'anno scorso (-5,1% su annoa) e 43 Bcf sopra il media di cinque anni di 3.268 Bcf (+ 1,3% rispetto alla media). La settimana scorsa, il consumo totale degli Stati Uniti è diminuito del 7% favorito da temperature più fresche rispetto all’ordinario nella maggior parte degli Stati. Intuibilmente, bassi consumi si sono registrati nella regione interessata dall’uragano Irma.

Per quanto concerne la ripartizione dei consumi, quelli relativi alla domanda del settore residenziale e commerciale sono aumentati del 10%, mentre la domanda del settore industriale è diminuita dell'1% su settimana. Le esportazioni di gas verso il Messico sono scese del 3%. L’approvvigionamento medio totale di gas naturale è rimasto costante su base settimanale, con le importazioni nette dal Canada che sono diminuite del 6% su settimana.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA