Il meeting Fed in programma per oggi catalizzerà l'attenzione degli investitori sulle decisioni che saranno assunte dal FOMC, e sulle conseguenti reazioni del cambio euro dollaro. Ma che cosa attendersi?

Una cosa sembra certa. Se fino a pochi mesi fa il mercato finanziario era quasi convinto che ci sarebbe stato un terzo rialzo dei tassi di riferimento per la riunione di settembre, oggi le probabilità che si possa procedere in questo senso sono davvero poche. Gli analisti si dicono infatti convinti che la Fed non toccherà il costo del denaro, ma questo non significa affatto che la Fed non sarà comunque attiva sul fronte comunicativo.

La Fed dovrebbe infatti annunciare l'avvio del processo di normalizzazione del bilancio, anche se difficilmente un simile annuncio sarà in grado di fornire nuovi spunti rialzisti al biglietto verde, soprattutto se nel suo comunicato la Fed farà riferimento all'abbandono della possibilità di un terzo rialzo dei tassi per il 2017. È però possibile che un breve rally della divisa USA si possa verificare nel caso in cui il tono della conferenza stampa sia molto (ma molto!) hawkish.

Dunque, lo scenario centrale sembra essere contraddistinto da movimenti molto marginali di brevissimo termine, sia in un senso positivo per il dollaro, che nel senso negativo.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA