L'andamento dell'inflazione in Gran Bretagna è alla base del leggero rafforzamento della Sterlina britannica nel cambio con il Dollaro Usa. Subito dopo la pubblicazione dell'indice dei prezzi al consumo in UK, infatti, il cambio Sterlina Dollaro americano ha registrato un significativo aumento fino a raggiungere un massimo intraday a 1,3286. Dopo l'impennata, il cambio ha leggermente ritracciato confermando comunque la tendenza al rialzo. L'apprezzamento della Sterlina sul Dollaro Usa è stato sostenuto da quelle che sono le aspetative che si sono aperte a seguito del forte incremento registrato dall'inflazione britannica nel mese di settembre. L'indice dei prezzi al consumo della Gran Bretagna, infatti, si è attestato a settembre al 3% su base annua contro il 2,9% del mese di agosto.

Il leggero aumento dell'inflazione era stato messo in conto dagli analisti che avevamo appunto preannunciato una inflazione al 3%. Su base mensile, quindi rispetto al mese di agosto, l'indice dei prezzi al consumo UK ha invece segnato un +0,3%. Anche per quello che riguarda la variazione su base mensile sono state rispettate le attese degli analisti. 

L'aumento della quotazione della sterlina rispetto al dollaro, riporta il cambio ai livelli di inizio mese di ottobre e conferma il periodo ad alta volatilità che sta caratterizzando il cross. Andando a guardare al grafico relativo al cambio GBP/USD, si nota che nell'ultimo anno il cross è stato molto volatile. Per avere un punto di riferimento, è necessario tenere in considerazione che un anno fa il cambio Sterlina Dollaro Usa si muoveva in area 1,26 mentre oggi è appunto passato a 1,32. 

E' molto probabile che l'apprezzamento della Sterlina possa proseguire anche nelle prossime sedute. L'aumento leggermente superiore alle attese dell'inflazione in Gran Bretagna, infatti, conferma la possibilità che la Banca Centrale BoE (Bank of England) possa decidere di alzare i tassi già nel prossimo meeting. I nuovi livelli che il cross potrebbe attaccare non sono affatto lontani. A fine settembre, infatti, il cambio GBP USD era già salito fino a quota 1,35. 

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA