Apple ha annunciato di aver chiuso il quarto trimestre dell'anno con una prestazione che ha complessivamente superato le attese dei principali analisti finanziari: i ricavi hanno infatti raggiunto quota 52,6 miliardi di dollari, risultando così in aumento del 12% su base annua, mentre gli utili sono cresciuti del 24% a 2,07 dollari per azione, spinti da tutti i segmenti di prodotto e dal forte aumento dei servizi.

Per quanto poi concerne le previsioni sul futuro, il management ha fornito l’outlook per il prossimo trimestre, affermando che la parte finale dell'anno dovrebbe battere le stime degli analisti, presupponendo una domanda in forte crescita per l’iPhone X. Nel trimestre le vendite di iPhone hanno raggiunto i 47 milioni di unità generando oltre 28 miliardi di dollari, in lieve calo su base annua. In aumento del 34% a 8,5 miliardi di dollari la divisione dei servizi: con app store, iTunes, Apple Music, Apple Pay, AppleCare e licenze, tale segmento è diventato la seconda voce in termini di ricavi.

Bene anche i servizi derivanti da Mac, che generano ricavi per 7,17 miliardi di dollari, risultando così in aumento del 25% su base annua, con gli iPad, sostanzialmente stabili a 5 miliardi di dollari.

Infine, è di rilievo anche lo sviluppo degli altri prodotti, che generano 3,2 miliardi di dollari di ricavi, in aumento del 36%, includendo Apple Watch, cuffie Beats e nuove Apple tv.

È inoltre finalmente in vendita l’iPhone X anche nel mercato italiano, con il modello da 64 giga al prezzo di 1.190 euro.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA