Il trend del cambio Euro Dollaro è ufficialmente cambiato. Se ai traders più testardi serviva una prova evidente di questa inversione di rotta, ebbene quello che è avvenuto ieri e che avviene oggi sul mercato valutario è una palese dimostrazione di questa teoria. Mentre scriviamo il cambio Euro Dollaro si muove in area 1,16 dopo essere sceso nlla seduta di ieri abbondantemente sotto questo livello. Se si considera che il cross Eur/Usd appena pochi mesi fa era arrivato fino a 1,2, si può avere un'idea dell'enorme volatilità che sta caratterizzando l'andamento del tasso di cambio tra le due divise.

Sui motivi alla base dell'andamento negativo del cambio Euro Dollaro non sembrano esserci dubbi. La dinamica in atto, infatti, appare consolidata e gli stessi poco positivi dati macro Usa diffusi venerdì scorso non sono bastati a ridare fiato all'Euro. I deludenti dati sulle non farm pay-rolls Usa, cresciute meno del previsto in Usa, hanno infatti determinato solo per un brevissimo lasso di tempo un rafforzamento dell'Euro. Esaurito questo intervallo quello che appare come Super Dollaro è tornato a far sentire la sua voce. Secondo alcuni traders se neppure i dati macro sono stati capaci di invertire la rotta, allora è chiaro che si sia dinanzi a qualcosa di destinato a durare nel tempo.

Proprio in considerazione di tale situazione, quali previsioni sull'andamento del cambio Euro Dollaro possono essere fatte? Per gli esperti di BlackRock, l'apprezzamento del Dollaro era ampiamente prevedibile. Gli analisti ritengono che la Federal Reserve possa decidere di continuare ad aumentare i tassi di interesse, mentre la Bce dovrebeb mantenersi più accomondante. Appunto per questo motivo, il fondo americano accorda la sua preferenza al Dollaro Usa. Sulla stesa lunghezza d'onda anche Societe Generale secondo la quale il cross Euro Dollaro potrebbe regisstrare ancora un ribasso scendendo a 1,15 nel corso di questa settimana. Il rafforzamento del Dollaro, ritengono però gli esperti, sarebbe solo di breve periodo visto che nel 2018 il cross dovrebbe tornare a 1,2. In poche parole con l'inzio del nuovo si tornerebbe alla fase di Super Euro anche perchè la tanto chiaccherata riforma fiscale di Trump continua ad essere avvolta nell'incertezza più totale. 

Un parere diverso rispetto a quello di BlackRock e a quello di SocGen è stato espresso da Commerzbank. Secondo gli esperti tedeschi, i recenti rialzi del dollaro sono ingiustificati perchè la riforma fiscale di Trump non è ancora andata in porto. Addirittura Commerzbank ritiene che il piano difficilmente possa essere approvato e prevede che il cambio Euro Dollaro torni a salire. 

Il parere di Commerzbank, comunque, sembra essere quasi isolato in un contesto che "a maggioranza" vede gli analisti puntare sul Dollaro. Ad ogni modo quello che è certo è che il Forex stia vivendo un periodo di grande effervescenza con buone occasioni per chi opera con il trading sulle valute. 

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA