(1) Investire nelle valute - Depositi e bond

CONDIVIDI

L'acquisto diretto attraverso l'apertura di un deposito in valuta oppure l'acquisto di un bond emesso in valuta erano fino a qualche anno fa le uniche due strade che consentivano ad un piccolo risparmiatore di speculare sul cambio delle valute (la scommessa sui futures era ad esclusivo appannaggio degli operatori professionali).

Depositi
Per puntare direttamente sull'andamento di una determinata divisa si può aprire un conto corrente bancario in valuta su cui poi parcheggiare l'ammontare di capitale nella divisa scelta, fino al momento in cui non si decide di convertirlo nuovamente. L'apertura di un conto in valuta ha il vantaggio di avere come unica variabile il cambio e che il guadagno o la perdita derivano solo dal rapporto tra le valute. È simile ad un conto ordinario ed è offerto dalle maggiori banche italiane. Tutte le operazioni sono nella divisa di riferimento e la remunerazione della liquidità sul conto in genere fa riferimento al tasso applicato nel Paese della valuta estera in cui il conto è denominato (
dollari, sterline, yen, franchi svizzeri etc.).

Bond
Per operare sui bond in valuta basta acquistare un'obbligazione emessa nella divisa su cui si desidera puntare, per rivenderla quando si decide di chiudere l'operazione, godendo anche delle cedole. Tuttavia, a differenza del conto corrente, con l'acquisto di un'obbligazione ci si espone non solo all'effetto valuta, ma anche alle fluttuazioni del prezzo del titolo, che potrebbero portare a perdite in conto capitale se al momento della vendita questo avesse un valore inferiore all'acquisto.

> Vai alle altre parti del report:
(2) Investire nelle valute - Covered warrants e certificates
(3) Investire nelle valute - Il Forex

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions