Speciale Energie rinnovabili

CONDIVIDI

Dalla Newsletter di Borsainside del 07.12.2009:


Oggi inizia a Copenhagen l'attesissima Conferenza mondiale dell'ONU sul clima. L'obiettivo principale del vertice, a cui prenderanno parte i rappresentanti di 192 Paesi ed un centinaio di capi di Stato, è di fermare il riscaldamento del Pianeta attraverso una forte riduzione della emissioni di gas a effetto serra. L'evento ha fatto riaumentare non solo l'attenzione dell'opinione pubblica ma anche degli investitori sui problemi del clima e su un settore che dovrebbe diventare nei prossimi anni sempre più importante: quello delle energie rinnovabili. Soprattutto l'Europa punta sull'impiego di energia alternativa per ridurre le emissioni di CO2. Secondo i piani dell'UE il 20% dell'energia dovrebbe venir prodotta nel 2020 da fonti rinnovabili. Molti altri paesi potrebbero seguire l'esempio dell'UE ed intensificare i loro investimenti nelle tecnologie verdi. Le fonti energetiche fossili, infatti, non solo danneggiano l'ambiente ma iniziano anche a scarseggiare. La crescente popolazione mondiale ha bisogno di energia. Si stima che nel 2050 circa 9 miliardi di persone abiteranno la terra. La loro "fame" di energia potrà venir soddisfatta solo se la produzione dalle fonti alternative verrà sensibilmente aumentata. Borsainside indica ai suoi lettori in questo speciale le imprese che potrebbero beneficiare maggiormente dell'incremento dell'utilizzo delle energie verdi e dei possibili risultati del vertice di Copenhagen.

Energia eolica e solare

Vestas (DK0010268606) è il primo produttore al mondo di turbine eoliche. Nonostante la crisi l'impresa danese ha aumentato nei primi nove mesi di quest'anno i suoi ricavi del 16% ed il suo Ebit del 39%. Il miglioramento della situazione sul mercato del credito dovrebbe far riaccelerare nel breve termine la crescita degli ordini di Vestas. A nostro avviso i ricavi di Vestas potrebbero raddoppiare nel giro dei prossimi tre-quattro anni. Nel lungo termine Vestas dovrebbe continuare a beneficiare della sua leadership nel settore e della sua vasta presenza geografica in tutti i principali mercati del mondo.
Il settore dell'energia solare è piuttosto caro e rischioso anche perchè dipende ancora fortemente dalle sovvenzioni statali. Gli investitori dovrebbero concentrarsi perciò sui titoli dei leader di mercato.
SMA Solar (DE000A0DJ6J9) è il maggiore produttore al mondo degli inverter, il cuore di ogni impianto fotovoltaico. L'impresa tedesca ha presentato per il terzo trimestre dei risultati record. I ricavi sono aumentati del 38% a €312 milioni e l'Ebit del 36,5% a €86 milioni. SMA Solar ha alzato inoltre le stime sui suoi ricavi e sul suo Ebit per l'intero esercizio. SMA Solar dovrebbe beneficiare del lancio di nuovi prodotti e della sua espansione sul mercato statunitense. Crediamo perciò che SMA Solar possa ancora sorprendere positivamente nei prossimi trimestri. Il titolo è d'altra parte molto speculativo.

First Solar (US3364331070) è il leader del mercato statunitense dei moduli fotovoltaici. Il titolo ha subito dopo la pubblicazione dei dati di bilancio per il terzo trimestre un forte ridimensionamento. I margini di First Solar sono infatti calati sensibilmente e dovrebbero scendere ancora durante il corrente trimestre. First Solar punta infatti a difendere le sue quote di mercato e cerca di tenere sotto scacco la concorrenza con i suoi bassi prezzi. A nostro avviso questa strategia potrebbe essere vincente nel lungo termine. Nel breve periodo Fist Solar potrebbe trarre vantaggio dalle misure prese per ridurre i suoi costi, dal calo delle scorte di magazzino nel settore e dalla ripresa della domanda.
Yingli Green Energy (US98584B1035) è il numero due del mercato cinese dell'energia solare. Yingli Green Energy si contraddistingue per avere una propria produzione di materie prime. Yingli Green Energy è quindi in buona parte indipendente da dei fornitori esterni. Yingli Green Energy ha pubblicato degli eccellenti dati di bilancio per il terzo trimestre. Al contrario di alcuni esperti del settore Bryan Li, il Direttore Finanziario, di Yingli Green Energy non si attende per il corrente trimestre un drastico calo dei prezzi dei moduli fotovoltaici. Secondo Li i prezzi potrebbero anche tornare a salire nel 2010.

Geotermia e biomasse

Ormat Technologies (US6866881021) è il leader mondiale dell'energia geotermica. L'impiego della geotermia consiste nel convogliare i vapori provenienti dalle sorgenti d'acqua calda del sottosuolo verso particolari turbine adibite alla produzione di energia elettrica e riutilizzare il vapore acqueo per attività locali di riscaldamento. Ormat progetta e sviluppo centrali geotermiche, possiede già alcuni impianti e distribuisce energia a livello globale. L'azienda israelo-americana ha aumentato nel terzo trimestre di quest'anno i suoi ricavi del 20% ed il suo utile netto del 50%. Al momento Ormat sta lavorando insieme al Dipartimento dell'Energia degli USA per commercializzare una nuova tecnologia per la perforazione profonda. Il titolo è sicuramente interessante per un investimento di lungo termine ma presenta degli alti rischi nel breve termine anche a causa della sua elevata valutazione.
KTG Agrar (DE000A0DN1J4), una delle maggiori imprese agricole europee, è specializzata nella produzione di energia dalle biomasse. L'impresa tedesca coltiva frumento, mais e colza ed utilizza gli scarti per produrre del biogas. KTG Agrar ha immagazinnato quest'anno 200.000 di biomasse. Al momento KTG Agrar possiede dodici impianti per la produzione di biogas per 8 MW. KTG Agrar punta a raddoppiare la potenza dei suoi impianti fino alla metà del prossimo anno. I ricavi di KTG Agrar derivanti dal business delle biomasse dovrebbero crescere il prossimo anno da €10 milioni a €16-€18 milioni. Nel 2011 è previsto un ulteriore aumento a €25 milioni. Nei primi sei mesi di quest'anno l'impresa con sede ad Amburgo ha aumentato i suoi ricavi totali del 28% ed il suo Ebit del 60%. A proposito bisogna notare che il secondo semestre di KTG Agrar è d'abitudine migliore del primo. Il titolo ci sembra essere per questi motivi interessante sia per il breve che per il medio-lungo termine.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions