Bonus Trasporti, quante volte si può richiedere?

bus urbano senza passeggeri visto dall'interno

Il bonus Trasporti prevede la possibilità di usufruire di uno sconto sul prezzo d’acquisto per abbonamenti dei mezzi pubblici. Lo sconto previsto può arrivare fino ad un massimo di 60 euro, ma per poterne beneficiare è necessario presentare regolare domanda.

Una delle domande più frequenti che riguardano il bonus Trasporti è: quante volte si può avere lo sconto? La risposta è stata già fornita dal ministero del Lavoro sul sito ufficiale, per l’esattezza nella sezione dedicata appositamente alle Faq.

Il ministero spiega infatti che il bonus viene erogato sulla base della domanda e il relativo sconto è valido per il mese nel quale la domanda è stata presentata.

Una volta richiesto il bonus, se risultano soddisfatti tutti i requisiti previsti dalla normativa, lo sconto viene riconosciuto al beneficiario fino ad un massimo importo di 60 euro. Questo sconto deve essere sfruttato entro il mese solare nel corso del quale è stato riconosciuto, pena l’annullamento dello sconto stesso.

Lo sconto del bonus Trasporti si può usare ogni mese?

La domanda che sorge spontanea a questo punto è: visto che lo sconto previsto dal bonus si può utilizzare anche sugli abbonamenti mensili, è possibile ottenere lo sconto ogni mese? Sul ministero del Lavoro viene chiarito a tal proposito che “è possibile effettuare una richiesta al mese e pertanto nei mesi successivi, qualora ci sia ancora dotazione finanziaria, effettuare ulteriori richieste per l’importo massimo di euro 60,00”.

In altre parole, chi ha richiesto il bonus Trasporti nel mese di settembre, può nuovamente richiederlo per ottenere uno sconto sull’abbonamento mensile del mese di ottobre, nel mese di novembre e così via, fino a che non si esauriscono i fondi che il governo ha stanziato per quest’agevolazione.

Anche per quel che riguarda l’importo del bonus, il fatto di richiederlo ogni mese non determina una riduzione dello sconto. Sia per il primo mese in cui si fa richiesta del bonus Trasporti, sia per i successivi, l’importo dello sconto sarà di massimo 60 euro.

Non conviene quindi sfruttare lo sconto previsto dal bonus Trasporti per l’acquisto di un abbonamento ai mezzi di trasporto pubblico annuale, in quel caso infatti lo sconto di 60 euro si applicherà una sola volta e non potrà essere nuovamente richiesto.

Questo per via del fatto che lo sconto si può usare presso un solo gestore, quindi non è possibile ad esempio sfruttare lo sconto per acquistare un altro abbonamento, annuale o mensile che sia, con un altro gestore del trasporto pubblico.

Cosa serve per richiedere il bonus Trasporti

Ricordiamo prima di tutto che il bonus Trasporti può essere richiesto ancora fino alla fine del mese di dicembre, dopodiché l’agevolazione non sarà più disponibile.

Premesso ciò, per fare domanda per il bonus Trasporti occorre essere in possesso delle credenziali Spid o Cie. Il bonus si richiede attraverso l’apposita piattaforma web, dove si dovranno fornire le necessarie dichiarazioni sostitutive di autocertificazione. Bisogna quindi indicare:

  • nome, cognome e codice fiscale del beneficiario
  • se il beneficiario dello sconto è un minore, il richiedente deve presentare insieme al proprio codice fiscale la documentazione necessaria ad attestare che il minore sia a suo carico
  • il reddito complessivo che il beneficiario dello sconto ha conseguito nell’anno di imposta 2021 non deve superare i 35 mila euro
  • l’importo del buono richiesto in base alla spesa che prevede di sostenere
  • qual è il gestore del servizio di trasporto pubblico presso il quale intende acquistare il servizio, selezionandolo dall’apposito menù a tendina del portale.

Una volta presentata la domanda attraverso il portale il richiedente otterrà il buono, che sarà contrassegnato da un codice identificativo univoco, dal codice fiscale del beneficiario, dall’importo e dalla data di emissione e di scadenza.

Lo sconto previsto dal bonus Trasporti si può utilizzare su un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico tra quelli che si possono selezionare all’atto della registrazione sulla piattaforma digitale.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

Deposito minimo 50$
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100€
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100 AUD
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
* Avviso di rischio
Deposito minimo 100$
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari
* Avviso di rischio

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Fisco

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.