etoro

Inflazione USA superiore al previsto: conviene puntare sul dollaro debole?

inflazione

Gli analisti BDSwiss ci raccontano cosa sta accadendo con l'inflazione USA e perché lo scenario di breve termine potrebbe favorire chi punta su un dollaro più debole.

La sorpresa della settimana che si è appena conclusa è stata il fatto che non vi sia stata alcuna reazione particolarmente tangibile all’evoluzione dell'indice dei prezzi al consumo (CPI) degli Stati Uniti, risultato essere superiore a quanto previsto. Tutti si erano mossi per assistere a un balzo in alto dei rendimenti obbligazionari, dato che ci si aspettava che l'IPC mostrasse un'inflazione superiore all'obiettivo della Fed, ma in realtà le aspettative sono state deluse.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

A parlare di ciò è stato un interessante report condotto da uno dei migliori broker al mondo, BDSwiss (qui la nostra recensione), che si è posto una concreta domanda: se le aspettative di inflazione possono calare di fronte a una lettura del CPI del 2,6% a/a, cosa potrebbe cambiare la visione del mercato sull'inflazione?

Inflazione più alta all’orizzonte?

Gli analisti del broker ricordano come vi siano diversi spunti che suggeriscono che una inflazione ancora maggiore stia per arrivare. Per esempio, l'indice della National Federation of Independent Business (NFIB) di martedì scorso è balzato a 25 (indica la percentuale delle aziende che intendono aumentare i prezzi, meno la percentuale di aziende che invece intende tagliarli), un livello che non si vedeva dal 2004-2008, quando l'inflazione aveva raggiunto il picco del 5,6% a/a.

Naturalmente, come tutti ben sanno, le prestazioni del passato non sono certo una garanzia di quelle del futuro. E, peraltro, anche la Federal Reserve si è affettata a sottolineare che "questa volta è diverso". Effettivamente, quando è stata l'ultima volta che abbiamo avuto una pandemia?

L'idea che sta prevalendo è che questa inflazione così elevata rispetto alle aspettative possa essere transitoria. Insomma, i prezzi dovrebbero apparire più alti mentre l'economia procede verso graduali riaperture, ma gradualmente tutto si adeguerà. E sembra che questa visione per il momento abbia convinto il mercato… almeno per ora: se tra sei mesi l'inflazione sarà ancora sopra il 2%, è evidentemente possibile che l’orientamento dei mercati possa cambiare, e tale fiducia possa iniziare a vacillare.

La prossima settimana avremo inoltre più informazioni sul quadro globale dell'inflazione. Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Canada e Giappone rilasceranno i loro indici dei prezzi al consumo, permettendoci di comprendere se l’aumento dell’inflazione sia o meno specifico solo degli Stati Uniti, o se sia più generale nel mondo. In settimana ci saranno anche le riunioni delle banche centrali di Canada e BCE, e ci permetteranno di vedere se l'insouciant dismissing della Fed alle preoccupazioni sull'aumento dei prezzi sia di nuovo specifico degli Stati Uniti o più generale.

Cosa attenderci da questa settimana: un dollaro più debole?

Guardando ai CPI, le previsioni sono che l'inflazione aumenti nel Regno Unito (ma rimanga ben al di sotto dell'obiettivo), che aumenti un po' in Nuova Zelanda (che pubblica i suoi dati trimestralmente) e che la deflazione diminuisca un po' in Giappone. Sebbene tali previsioni implichino una certa pressione al rialzo sui prezzi a livello globale, il ritmo dell'aumento non dovrebbe comunque essere allarmante. Dunque, i rendimenti dei Treasuries americani potrebbero continuare a scendere e il dollaro indebolirsi ulteriormente.

Ciò premesso, se intendi investire sui mercati finanziari e, in particolar modo, sul Forex, seguendo l’indicazione di un dollaro più debole, ti consigliamo di farlo attraverso i CFD BDSwiss, senza costi di acquisto e di vendita, e con spread molto contenuti.

Se vuoi sapere come fare, il nostro suggerimento è quello di aprire subito un conto demo: è gratuito, è immediato e ti permetterà di investire sui mercati finanziari internazionali come se stessi investendo con denaro reale, ma usando un plafond di dollari virtuali messo a disposizione dal broker.

Nel momento in cui ti sentirai pronto per passare all’azione con capitale reale, potrai farlo senza costi!

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
IQ Option Deposito Minimo Basso: 10€ Prova Gratis IQ Option opinioni
ROInvesting Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS