etoro

Elezioni UK, quali impatti sulla sterlina?

regno unito

Le elezioni domani in Regno Unito potrebbero avere impatti sulla sterlina, a breve e lungo termine: ecco quali, secondo le analisi di BDSwiss.

La maggior parte del Regno Unito - Inghilterra, Galles e Scozia – sarà impegnata domani alle urne per le elezioni locali. Le elezioni saranno importanti per i mercati finanziari per almeno due motivi:




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>
  • forniranno la prima vera lettura sulla popolarità del partito conservatore di Boris Johnson dalle elezioni generali del dicembre 2019;
  • potrebbero essere il primo passo verso l'indipendenza della Scozia. E questa potrebbe essere una questione cruciale per la sterlina.

Di quest'ultima questione si è lungamente occupato il broker BDSwiss (qui puoi leggere la nostra recensione di questo operatore). Scopriamo insieme quali sono state le principali riflessioni formulate.

Scozia, passi avanti verso l’indipendenza?

L'ultima volta che la Scozia ha votato sull'indipendenza, nel 2014, il "no" ha vinto con il 55,3% contro il 44,7%. Ma questo era prima che la Gran Bretagna votasse nel 2016 per lasciare l'UE. La Scozia ha votato "remain" al 62% (così come l'Irlanda del Nord era favorevole, con il 56%). Da allora, la Scozia si chiede se i suoi interessi siano più legati all'Inghilterra, con cui è in Unione dal 1707, o alla ben più grande UE.

I partiti pro-indipendenza hanno spinto per una ripetizione del referendum sull'indipendenza scozzese del 2014. Se questi partiti dovessero avere una maggioranza nelle elezioni locali di giovedì, lavoreranno più concretamente per un tale voto.

Le votazioni si chiudono alle 22:00, ma a causa della pandemia il conteggio non inizierà fino a venerdì mattina, il che significa che il risultato uscirà probabilmente durante il fine settimana, quando i mercati finanziari sono chiusi. I sondaggi sono favorevoli ai movimenti pro-indipendenza.

Come si ottiene l'indipendenza

Ammesso che i partiti pro-indipendenza abbiano la meglio, sono tre i passi da compiere perché la Scozia si avvii sulla strada dell'indipendenza:

  • vittoria elettorale e, dunque, maggioranza da parte dei partiti favorevoli all’indipendenza (scenario per il momento più probabile);
  • concessione da parte del Parlamento britannico di un permesso per un nuovo referendum. È questa la fase più ostica, perché il premier Johnson si oppone, e ha la maggioranza in Parlamento per rendere nulla ogni richiesta;
  • la parte del "leave" dovrebbe vincere il referendum. Stando ai più recenti sondaggi, gli indecisi sono l’ago della bilancia.

Cosa significherebbe l'indipendenza per la Scozia?

Prima ancora che ci sia un referendum è un po' presto per discutere di cosa potrebbe significare l'indipendenza per la Scozia. Gli scenari sono peraltro molto diversi tra di loro, sottolineano gli analisti di BDSwiss, e i punti in dubbio sono ancora di più, ovvero:

  • rientro nell'UE: l'impulso principale per un altro voto di indipendenza è quello di permettere alla Scozia di rientrare nell'UE. Tuttavia, questo non è così semplice perché bisogna soddisfare una lunga serie di requisiti, come l’approvazione all'unanimità dal Consiglio dell'UE;
  • valuta: non è chiaro quale valuta utilizzerebbe il Paese, e si tratta di un punto di cruciale importanza, perché nel referendum del 2014, oltre la metà dei votanti del "No" ha citato "la sterlina" come una delle ragioni principali per votare contro l'indipendenza;
  • divisione dei debiti dal Regno Unito: una nuova Scozia indipendente dovrebbe essere responsabile di una parte del debito esistente del Regno Unito ma… quanto? La divisione avverrà su base pro-capite o rispetto al PIL? E come contabilizzare il petrolio del Mare del Nord? In entrambi i casi, la Scozia comincerebbe la sua nuova storia con un rapporto debito/PIL relativamente alto;
  • sostenibilità fiscale: la Scozia ha avuto un sostanziale deficit fiscale nell'ultimo decennio che è stato coperto dal governo centrale di Londra. Una Scozia indipendente dovrebbe o prendere in prestito molti soldi, spingendo in alto i tassi di interesse, o intraprendere un rigido programma di austerità. Nessuna delle due cose è particolarmente popolare;
  • commercio: la Scozia è in una posizione di sostanziale deficit commerciale se si esclude il petrolio. Inoltre, il suo commercio è in gran parte con il resto del Regno Unito - 60,1% contro il 18,3% verso l'UE.

In sintesi, la domanda è come potrebbe un Paese con un grande peso del debito, un deficit fiscale lacunoso, un perenne deficit commerciale e risorse naturali in esaurimento a farcela da solo.

L’impatto dell'indipendenza scozzese sul resto della Gran Bretagna

Ciò premesso, gli analisti del broker riflettono sul fatto che l'impatto dell'indipendenza scozzese sulla sterlina non dipenda dall'effetto che l'indipendenza avrebbe sulla Scozia. Dipende invece da come influenzerebbe il resto della Gran Bretagna.

Si potrebbe infatti sostenere che dato il grande deficit di bilancio della Scozia, che deve essere coperto dal resto dell'Unione, l'indipendenza scozzese potrebbe essere un positivo netto per le altre nazioni. Tuttavia, la riduzione del commercio è un freno netto per il resto del Regno Unito, anche se molto più piccolo che per la Scozia.

Il CEP ha ad esempio stimato che il reddito pro capite del resto del Regno Unito diminuirà tra lo 0,2% e lo 0,4%. Di contro, è previsto un calo del 4,2%-6,3% pro capite nei redditi per la Scozia, dato che il commercio tra la Scozia e il resto del Regno Unito rappresenta il 44% del commercio della Scozia contro solo il 3,9% dell'altro senso.

La Gran Bretagna perderebbe inoltre anche le entrate del petrolio del Mare del Nord, anche se queste sono in declino da molti anni e non sono più il fattore che muoveva il mercato come lo erano negli anni '80.

Tuttavia, a detta degli analisti BDSwiss, il fattore più grande potrebbe essere l'impulso che l'indipendenza scozzese darebbe all'Irlanda del Nord per lasciare il Regno Unito. Anche l'Irlanda del Nord ha infatti votato per rimanere nell'UE, e naturalmente molti dei suoi residenti preferirebbero attivamente unirsi alla Repubblica d'Irlanda. Geograficamente, l’Irlanda del Nord è inoltre più vicina alla Scozia che al Galles, e gli unionisti sono generalmente discendenti di scozzesi. La Scozia che lascia l'Unione minerebbe dunque ciò che significa essere unionisti.

Non c'è dubbio che, a quel punto, un Regno Unito con solo l'Inghilterra e il Galles sarebbe un Paese molto ridotto, con meno scambi che porterebbero a una crescita più lenta della produttività, uno standard di vita più basso e un'economia più debole. E questo suggerisce anche una valuta più debole.

L’impatto a breve termine sulla sterlina

Fermo restando quanto sopra, anche se i partiti favorevoli al "leave" dovessero vincere domani, ci sono ancora altri ostacoli da superare. Dunque, il rischio che tutti e tre gli eventi di cui sopra accadano è per il momento relativamente basso. Tuttavia, dato il voto a sorpresa "leave" nel referendum sulla Brexit del 2016, non si può certamente scartare questa possibilità. Il voto di giovedì sarà probabilmente un evento di rischio a breve termine per la sterlina.

Tuttavia, il mercato non sembra essere preoccupato. Apparentemente il mercato pensa che l'indipendenza scozzese sia un'eventualità così remota che non vale nemmeno la pena tutelarsi da questo rischio.

Si tenga anche conto che val la pena concentrare la propria attenzione anche sul voto in Galles, che per il momento non è così rilevante come quello scozzese ma merita di essere osservato. Il supporto per l'indipendenza in Galles è solo circa il 25%, ma è già il doppio di quello che era qualche anno fa. Il principale partito pro-indipendenza in Galles, Plaid Cymru, vuole indire un referendum sull'indipendenza entro il 2026 se sarà il più grande partito nel Senedd Cymru - il Parlamento gallese - ma i recenti sondaggi lo fanno sembrare improbabile. I laburisti, che sono al governo dal 1999, sembrano destinati ad essere ancora una volta il più grande partito, anche se non vinceranno una maggioranza di 31 seggi.

Cogliamo naturalmente l’occasione, in conclusione di questo approfondimento, per ricordarti che se sei interessato a investire sulla sterlina e sul Forex, ti consigliamo di farlo attraverso i CFD BDSwiss, che non hanno costi di acquisto e di vendita, e che hanno spread molto contenuti.

Se vuoi sapere come fare, il nostro consiglio è quello di aprire subito un conto demo: è gratuito, è immediato e ti permetterà di investire sui mercati finanziari internazionali come se stessi investendo con denaro reale, ma usando un plafond di dollari virtuali messo a disposizione dal broker. Nel momento in cui ti sentirai pronto per passare all’azione con capitale reale, potrai farlo senza costi!

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Broker Caratteristiche Vantaggi Apri Conto Demo
eToro
  • 100% Azioni - 0 Commissioni
  • Licenza: CySEC - FCA - ASIC
  • Social Trading
Piattaforma N.1 al mondo per il Social Trading Prova Gratis eToro opinioni
Capex.com
  • Piattaforma di proprietà e MetaTrader 5
  • Licenza: CySEC, Consob, CNMV, BaFin, KNF
  • Strumenti Intregrati
Broker pluriregolamentato, piattaforme all'avanguardia Prova Gratis Capex.com opinioni
ROInvesting
  • Licenza: CySEC / MiFID II
  • A.C. Milan PARTNER
  • Investi con Paypal
Formazione Trader Prova Gratis ROInvesting opinioni
101Investing
  • Licenza: CySEC
  • Gran numero di valute e criptovalute
  • Deposito min: 250 $
Gran numero di valute e criptovalute Prova Gratis 101Investing opinioni

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Miglior Broker Consigliato

Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS